PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2020 · 2019 · 2018 · 2017 · {and before that

Porro'zine

https://www.inkoma.com/k/3148

la Porro'zine è tornata

 | federico immigrato e rifugiato
permanent link copied to clipboard
Non diamo un'attenzione severissima al tipo di supporto della musica che mettiamo nello stereo.
Le discografie completa di Kina e Raw Power fino al '93 per esempio, le ascoltiamo ancora su 3-4 cassette da 120 ormai trasparenti che abbiam registrato all'epoca direttamente alla fonte smisurata del vecchio archivio di Rentun compact.
Anche oggi, gli album degli Inferno o dei La quiete che perdiamo o prestiamo continuamente per fare proselitismo li ascoltiamo su cdr svolazzanti e intagliati con miniature di bufali o animali in via d'estinzione. Per tranquillizzare il buon paolo, ammetto che sono molto più devoto alla cura delle vecchie fanzine su carta degli anni '90.
Oltre ai primi numeri di Komakino, logicamente, son al lavoro per approntare la conservazione eterna di alcune uscite irrepetibili di Equilibrio Precario o la Itself di Monia.
Esempi unici di come si possa parlare di centinaia di gruppi della madonna in uno spazio dove oggi, nei giornali specializzati ci entrano al massimo le barbe finte degli Animal Collective o le chiapppone di Lady gaga.
Porro'zine, per il suo lato anarcoide, le incursioni brutometallare e la grafica inconfondibile di Dario è ancora oggi una delle realtà più importanti della scena DIY italiana. Per inciso, alcuni numeri di questa 'zine sono le uniche cose che a casa mia so sempre dove trovare. Oltre al machete per combattere un'eventuale guerra contro gli zombies.
Ebbene sí, dopo alcuni anni, esce finalmente il nuovo numero della creatura di Dario.
Siamo emozionati.
Ci siamo permessi di contattarlo per farci dare qualche dritta e anticipazione su il lavoro che ha preparato negli ultimi mesi e che vi consigliamo di andare a cercare nella vostra distro di fiducia.

***


Federico immigrato e rifugiato: Dunque sta per uscire finalmente il nuovo numero. Puoi anticiparci solo qualche nome?

Dario / Porro'zine: Essendomi ritirato a vita privata, anzichè impazzire appresso a myspace e siti assortiti, negli ultimi 2-3 mesi ho pensato di radunare i “soliti” amici, parenti e conoscenti per questo numero della fanzine e ho spaccato le palle ad Alterazione e Hanged Man Records del compare Tony Milano, ai The Limit di Palermo, a quei spaccarelli dei Cast Thy Eyes, alla Indelirium Records di Emiliano Amicosante, ai Bunker66 (progetto parallelo di due elementi degli Alterazione), a Vegan Riot (Paolo Petralia e socia), al movimento Gay Edge Liberation e ad altre persone che non ti dico per mantenere un minimo di suspance… non posso andare oltre le 52 pagine per una questione economica, sennò stavolta avrei mandato in stampa una bestia in stile Postalmarket.

FIeR: Dall'ultimo numero sono morti un pò di vescovi e un pontefice, i La quiete, i Fine before you came sono diventate realtà ancora più immense, pensiamo.
Per chi sei andato in fissa nel frattempo?

Dario / Porro'zine: I miei scagnozzi a 'sto giro hanno sbagliato il bersaglio e Ratzinger sta ancora al suo posto. Ci sono parecchi gruppi che mi ispirano, ma sono più o meno i soliti vecchi nomi noti...

FIeR: A parte l'amicizia con i grandi Glacial Fear ci sembri molto attento, anche dal punto di vista organizzativo a quel che accade in Puglia. E' un caso o perchè ultimamente da quelle parti stanno venendo un sacco di gruppi interessanti e si sono riformati pure i Nontoccatemiranda?

Dario / Porro'zine: Saranno le orecchiette alle cime di repa che rendono tutti massicci e incazzati da quelle parti... Di solito funziona che magari conosco un gruppo, ci si ama alla follia, questi mi presentano degli amici che a loro volta hanno una band e da cosa nasce cosa: amicizia e/o attitudine innanzitutto. E poi in Puglia c'era il Maizza Fest, il paradiso del DIY.



FIeR: Come sono andati i benefit per le vicende di te e Ines? A proposito, si è risolto tutto od avete ancora degli strascichi per quella storia?

Dario / Porro'zine: Ci sono stati tantissimi benefit... concerti, cene sociali, spettacoli teatrali e altro per tentare di raccogliere la pecunia necessaria a coprire le future spese legali, ma più che altro il risarcimento per le cose che, secondo PM e giudici, avremmo distrutto e che ci hanno accollato in seguito al G8 di Genova... purtroppo mancano ancora un pò di soldini. Non si è risolto niente, a distanza di 10 anni ci sono stati diversi processi, a qualcuno è andata bene (sbirri compresi), ma restano 10 persone con condanne che vanno da 7 a 15 anni... quindici anni per avere rotto delle vetrine. Non si tratta di essere d'accordo o meno sull'azione diretta, sull'utilità di certe pratiche e tutto quello che vuoi, è che 7 anni non li danno neanche ad un pedofilo e 15 ormai neanche più ad un assassino. La cassazione dovrebbe essere a settembre e non vedo l'ora che 'sta storia finisca, nel bene o nel male.

FIeR: Ti parlo da futuro e prossimo interessato, si può continuare a seguire le vicende delle scene che ti piacciono anche da vero prole-tario?

Dario / Porro'zine: Io ho smollato tutto per 3 annetti... fanzine, distro, coproduzioni… non riuscivo ad organizzare bene i tempi fra Giulietta e il lavoro quindi mi ritrovavo spesso a fine serata con la sola voglia di spalmarmi sul divano con una sigaretta truccata in mano, davanti all'ennesimo film in streaming e sai quanto me ne fregava di tutto il resto... Adesso che il lavoro scarseggia è fattibile, personalmente c'ho messo un po' a riprendere dimestichezza con il “giro”, ma essere un prole-tario prende troppo bene!

FIeR: Porro'zine è stato coinvolto in numerose co-produzioni della madonna, di quale sei più orgoglioso?

Dario / Porro'zine: E' come chiedere se vuoi più bene a mamma o a papà… ogni coproduzione ha la sua storia e, a parte una o due collaborazioni, GODO nell'ascoltare o guardare le uscite Porrozine, ad esempio CFF, Vapurella e Afasia li ho coprodotti con il cuore dato che sono stati gruppi spaccaossa dopo anni di mortorio per quel che riguarda l'hardcore a Messina; Torquemada, Hobophobic e LxExAxRxNx mi sono piaciuti a primissimo ascolto; con i Cast Thy Eyes è stato amore a prima vista ancor prima di ascoltarli; i Letormenta sono dei grandi, idem gli Atestabassa... Ogni disco PER ME ha la sua storia dietro, per questo solitamente rifiuto coproduzioni chieste da sconosciuti tramite una mail del cazzo, anche se si tratta di 50 euro.

FIeR: Ho letto con avidità l'intervista su Play fast. Mi sembri un pò scettico sugli attuali sviluppi della scena metal in generale e sulla vicinanza delle nuove leve all'ottica diy. Hai seguito meno gruppi di questo genere sul nuovo numero? e l'indie in generale?

Dario / Porro'zine: Più che scettico seguo poco e niente la scena metal, a parte i gruppi che ho sempre ascoltato, e con il “nuovo” corso di Porrozine non ho mai dato tanto spazio al genere, fino alla metà degli anni '90 invece sguazzavo alla grande in ambienti thrash, death e black... mi hai fatto venire in mente diversi gruppi di “amici” che 15 anni fa leccavano culi per suonare nel peggio centro sociale e adesso suonano solo nei locali più conosciuti e vogliono il catering in camerino, o nel peggiore dei casi si dichiarano filonazisti e stronzate del genere. Prima o poi la rifaccio una fanzine metal. Nelle Indie non ci sono mai stato, mi piacerebbe però...

FIeR: Ti arriveranno tonnellate di materiale per recensioni, interviste...Operi delle selezioni a monte?


Dario / Porro'zine: Se c'è qualcosa che non mi quadra a livello musicale quasi sempre evito di parlarne sulla fanzine, anche se ogni tanto è divertente buttare merda su chi si sente chissà chi e in realtà è nuddu miscatu cu nenti. Se invece mi arriva roba che è distante anni luce da come intendo io questi generi a livello di approccio NON musicale, o rimando i dischi al mittente o li regalo al primo che passa da casa mia.

FIeR: Complimenti anche per la tua attività di grafico... l'esperienza e il talento accumulati in questi anni ti hanno aperto qualche altra strada?

Dario / Porro'zine: In giro vedo roba che spacca troppo il culo e le mie cose continuano a sembrarmi abbastanza infantili e grezzi, però boh, se piacciono, meglio cosí. Mi sono sempre limitato al giro hardcore/metal, al massimo flyer per locali di amici e parenti o per manifestazioni... ma se qualcuno vuol darmi qualche dindino mica ci sputo.
Grazie per lo spazio, se ti capita di passare da queste parti e non hai la cresta colorata sai chi chiamare!
read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl