PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2021 · 2020 · 2019 · 2018 · {and before that

VV.AA.

Clouds

https://www.inkoma.com/k/951

(5tx cd ep, 25'o2" - Raise rec 'o7)

 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard
This sampler is like watching snapshots during some of WAX sessions, - a recording studio based in Rome, now releasing a first ep as Raise rec, featuring 5 talented local (or almost local) indie Bands, all on a lysergical often low-key plan. Except done for Moka, all Bands left are at Their first label debut, with La Calle Mojada opening the show with Rohmer, a melodious enchanting lullaby with quite gentle male vocals, a song like made of three suites; i had already heard more of Their stellar set in a couple of live shows, so i can say They're guitar-driven Music is closer to early Slowdive's stuff, than psychedelia of this Rohmer. - Murmur's harmonies guide listeners into symphonic, with female whispered vocals, electronics, melancholic violin, solem guitar, - it's a good sample that makes worthy awaiting the whole album. Moka are not newbees, Their drift for instrumentals of intense romanticism swinging tension/explosion is a kind of rule They're well experienced with, - They know how to reach the point, - although personally i think it's a nothing new under the sun, especially if You're an addict to Mogwai. - I remember Zo.e's early vagitus was during 90s, i remember They were pretty into Slint's Washer after taste, - but now, featuring former Blueprint's guitarist (ita) Massimiliano Cruciani, They look like more interested in walking the indie shoegaze side, - kind of slowcore, dreamy noise, i'd say like swiss Velma currently do, or in past as some Slow Buildings dear to Pale Saints, - just to cite a couple of coordinates. - Last track: it's Design's one, going from a tuneful boy/girl vocals intro into an uptempo noise downhill more brit-pop oriented, closing with a quick guitar arpeggio crescendo. - Ep costs 6€, postage included in Europe. - Music @ myspace/raiserecords
+++++++++++++++++++++
Questo sampler è come una serie di istantanee durante alcune sessioni al WAX, - uno studio di registrazione di base a Roma, ora alla prima uscita discografica come Raise rec, dove figurano 5 Band locali (o quasi), indie e di talento, - tutte su un piano lisergico spesso in chiave quieta. Eccezione fatta per i Moka, gli altri 4 Gruppi sono al Loro debutto da etichetta, con i La Calle Mojada che aprono con Rohmer, una melodiosa lullaby incantevole, con cantato gentile di Marco Poloni, - una canzone fatta come di tre stanze. Avevo già ascoltato durante un paio di concerti il resto del Loro set stellare, e posso dire che il Loro guitar-driven è più vicino alle cose degli Slowdive, che alla psichedelia di questa Rohmer. - Le armonie dei Murmur guidano invece gli ascoltatori nel sinfonico, con cantanto di una ragazza, sussurrato, - poi elettroniche, violino melanconico, chitarra solenne, - è un buon assaggio che rende l'attesa di un album intero meritevole. I Moka non sono dei novelli, - il Loro trasporto per strumentali di passionato romanticismo nell'altalenare tensione ed esplosione è una sorta di regola fatta di cui hanno molta esperienza, - sanno come raggiungere il punto, - sebbene credo non sia esattamente una novità sotto il sole, - specie se siete già in abuso da Mogwai. Ricordo che i primi vagiti degli Zo.e erano negli anni 90, ed erano piuttosto nel retrogusto da Washer degli Slint, ma ora, rinnovata line-up, feat. Massimiliano Cruciani fu-Blueprint, sembrano redenti e passeggiare tranquillamente sul lato shoegaze, - sorta di slowcore, noise sognante, - direi un pò come ci si adagiano gli svizzeri Velma, o come in passato facevano i Pale Saints con Slow Buildings, - giusto per citare qualche coordinata. A chiudere l'ep ci sono i Design, che partono con un melodico riff a due cori Lui/Lei per poi cadere in un uptempo più noise e orientato al brit-pop, sino a concludere con un crescendo di veloci arpeggi. - L'ep costa 6€, s.p.i., - l'audio è su myspace/raiserecords.
read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl