PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2021 · 2020 · 2019 · 2018 · {and before that

Carne che vale a Poggio Mirteto

https://www.inkoma.com/k/948


 | Federico Immigrato e Rifugiato
permanent link copied to clipboard
Con l'approssimarsi della discesa delle ronde politicizzate da Pdl e Lega sta incubando la nostra brama di disturbare la quiete pubblica e di ubriacarci di frappe fritte per dimenticare. Meno male che stiamo nel bel mezzo di carnevale, la festa legata al nostro folklore che in assoluto e ateisticamente adoriamo di più. Certo non è che cederemo agli spottini deliranti di djOreste per andare al Circolo martedí grasso, al massimo il giorno dopo per un po' di Katarro. Domenica però cade a castagna la celebrazione del Carnevale Liberato a Poggio Mirteto. Unico nel suo genere infatti, l'appuntamento in maschera che si tiene nel comune sabino è il solo che si tiene in periodo di Quaresima. La concessione risale ai tempi del 1861 quando, spontaneamente, gli abitanti della cittadina alle porte di Roma si ribellarono al governo pontificio per entrare a far parte del Regno d'Italia.  
Il commissario straordinario che prese possesso del paese Gioacchino Pepoli che governava al tempo l'intera Umbria, per premiare la loro azione, si dichiarò disposto a soddisfare ogni richiesta che i poggiani gli avessero rivolto, e probabilmente resto non poco sorpreso quando questi, anziché una riduzione di tasse, avanzarono l'ipotesi di festeggiare il carnevale in tempo di quaresima, periodo tassativamente vietato dal calendario liturgico, ma non dalle consuetudini del rito ambrosiano.  
Ovviamente si trattava di un escamotage perché ai poggiani più che del rito ambrosiano stava a cuore mettere in campo una iniziativa ironica nei confronti del passato governo pontificio.  
Nacque cosi il Carnevale Liberato di Poggio Mirteto che da allora non ha mai perso il suo carattere satirico e dissacratorio.  
Oggi rappresenta una testimonianza importante della cultura tradizionale del nostro territorio, forse quelle maggiormente conosciuta al di fuori di esso come per altro testimonia il grande successo di pubblico che riscuote ogni anno. 
 
Unico avvertimento a chi va in macchina. Annusando l'aria che tira nella festa tutte le volte i controlli della polizia all'entrata del paese sono abbastanza pedissequi. 
 
Niente Fuga di mezzanotte la sera prima in tv che porta male insomma.
read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl