PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2019 · 2018 · 2017 · 2016 · {and before that

Massimo Carlotto

Perdas de fogu

https://www.inkoma.com/k/852

Presentazione alla Feltrinelli megastore di Viale Appia, Roma, venerdì 6 febbraio 2009

 | federico immigrato e rifugiato
permanent link copied to clipboard

Abbiamo sempre dato un'importanza memorabile alla prima colazione, ma anche a tutti gli altri tipi di merenda incentrati sul caffellatte. Quando e' cominciata a girare la voce che persino le Macine, potessero essere cancerogene, perché prodotte con farina derivata da alimenti gravemente contaminati dalle emissioni degli inceneritori padani, nonché dall'uranio (?) abbiamo abbracciato ideologicamente tutti i blitz di terrorismo anticonsumista messi a punto in Fight club. Tanto più che l'eco di queste rilevazioni pubblicati dal dr. Montanari, e poi diffuse anche dal dr. Grillo e' venuto fuori proprio nel momento in cui usciva nelle liberie Mi fido di te, splendido noir inchiesta ambientato nel rivoltante giro d'affari della sofisticazione alimentare e firmato da Francesco Abate e Massimo Carlotto, la risposta italiana al talento cristallino e spietato di Jean-Claude Izzo, fuoriclasse pubblicato da e/o e che vi consigliamo caldamente.

A molti degli studi e le ricerche di Montanari, si e' ispirato anche l'ultima fatica di Carlotto, Perdas de fogu, racconto ambientato nell'immensa area del poligono militare in sardegna dove vengono sperimentate in segreto assoluto le armi piu' impensabili tra cui quelle all'uranio, capaci, in virtu' delle loro proprieta' chimiche, di polverizzare del tutto i loro bersagli. Pena il rilascio nell'ambiente di nano particelle pericolosissime per la salute di chi vive nelle vicinanze o chi mangia prodotti che arrivano da quelle parti. Grazie alla collaborazione in fase di inchiesta con il collettivo Mama sabot e anche tutti gli studi per la sperimentazione sui metodi piu' efficaci per stimolare una lettura veloce, Carlotto e' riuscito di nuovo a produrre una trama incredibilmente avvincente del tutto in linea con i presupposti di quel Noir Mediterraneo che lui stesso ha creato e che mette a nudo con una capacita' di scrittura memorabile tutti gli intrecci tra finanza, malavita, riciclaggio e politica che la globalizzazione ha prodotto in questa tinozza una volta nota come Mare Nostrum. Nel corso della presentazione del libro alla Feltrinelli di via Appia a Roma, in cui e' intervenuto lo stesso Montanari, si e' discusso animatamente su come si stia dissolvendo del tutto il diritto della gente sul proprio territorio.

Ok ormai siamo assuefatti anche alle installazioni delle antenne per i cellulari sui nostri tetti, ma nonostante tutto e' stato utile ricordare ogni tanto che viviamo in un paese dove oltre a Perdas de fogu, c'è la piu' grande base Nato d'Europa a Vicenza e persino un deposito di armi nucleari sotto Aviano.

Senza che i cittadini siano minimamente interpellati nello svolgersi delle vicende.

Il modo in cui e' stato creato ad arte il caso della monnezza campana solo per accelerare la costruzione di altri inceneritori e' emblematico.

Purtroppo ci siamo ridotti ad essere informati dalla letteratura. Si calcola che in italia non e' mai stato fatto un articolo sui riciclaggi della mafia cinese negli ultimi sette anni.

Meno carta straccia da bruciare negli inceneritori.

read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl