PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2020 · 2019 · 2018 · 2017 · {and before that

Get the People

w/ Cat Claws

https://www.inkoma.com/k/611

Roma, 11 dicembre 2007 @ Traffic, ingr. 5Ç.

 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard

Cat ClawsCat ClawsCat Claws
Cat ClawsCat ClawsCat Claws

Get the PeopleGet the PeopleGet the PeopleGet the People
Get the PeopleGet the PeopleGet the PeopleGet the PeopleGet the People

Arrivo al Traffic e i Cat Claws sono già sù palco. - Il concerto è anche per presentare il Loro CD Magic Powers [leggi komarecensio], finalmente! L'audio non è ottimale, le chitarre si mischiano un pò in un calderone, ma il pubblico pare folto e compiaciuto, ci sono gli afešionados, il basso è bello tondo ferroso e aggiusta tutto. - Quando Lavinia scende dal palco col microfono per cantare Love is Dumb vedo Marco Caizzi mettersi davanti l'asta - vuota - del mic a cantare pure lui, sento qualcuno notare la cosa e dire compiaciuto 'ma guarda quel deficente che sta a fà'. - She Knows Every Single Part of the City, S-banhof, - il cavallo di battaglia A Day As A Cat - ottime e funzionano, - c'era anche quel pezzo nuovo in stile B52's con balletto di Lei collaudato, poi a completare il concerto Fish Eye, preceduta da una cover (a titolo?) dei Liars cui oramai i nostri sembrano affezionati. - Da metà del set si unisce su palco alla chitarra oramai il 5░ membro onorario Cat Claws - ovvero Peter dei MiceCars. Cat, Mice, il cane sulla copertina, praticamente un Gruppo domestico, fategli qualche carezza. - Ahahahahaha no no, pensavo ai miceLIcars, ma quello è un progetto parallelo.
Quando i Get The People aprono il Loro set con Got A Lot Of Love si fa palese sin da subito che non si atterranno esattamente al tono loser e di parentesi free psych/jazz dell'album omonimo [leggi passata komarecensio], - il pezzo dura la metà che su disco, e il tarantolato in attacco perenne di epilessia Kevin Shea, alla batteria, perde a terra in pochi minuti gli occhiali stile Lina Wertmuller. Poco prima al bar, mentre mi prendevo un latte freddo mi ero ritrovato accanto al bassista cantante Kyle Forester, - aveva in testa un colbacco russo, - difficile passasse inosservato .. e ok, alla chitarra e voce, Ben Simon, indossava una parrucca rossa luccicante à mocholava nemmeno fosse nelle Misfits, e riuscirà a tenerla sù poi sino a fine concerto. - Nessuno storce il naso su Starchild And Moonkid che gli accordi sembrano (probabile sono) gli stessi di knocking on heavens door, - anzi chissenefrega, - siamo tutti rapiti da Loro tre, cacofonici, alcolici eppure lucidissimi, - a sciorinare poi siparietti e ca77ate varie che raccontano, - montano sketch su sketch, sin da quando al secondo pezzo a Ben si rompe una corda, e allora Kyle racconta che si sente in imbarazzo perchè queste cose succedono in genere a fine concerto, e lui non si era ancora preparato nessun joke, - poi dice che prima si era appisolato nel backstage e stava morendo dal freddo, poi Valentina la batterista dei Cat Claws gli ha messo una giacca come coperta, - e Lui raccontava che era stata davvero sweet. - E cosí via a ridere, con Kevin che suona, lancia una bacchetta sul soffito facendola battere su un ferro e la riprende al volo e continua a suonare, - lo rifà più volte - cristo che batterista mostro.. allucinante in modo inequivocabile, - è completamente posseduto nello stare alle percussioni. Mostra la sua maglietta, con un bradipo (giusto?) o una lemore che dice 'hello kevin'. Il bassista ad un certo punto dice di non badare a lui, - scende dal palco e va a cercare una sorta di mandolino, anche questo sagomato strano, e poi su palco lo alterna al basso nelle volate più free sperimentali. Indimenticabile poi la parentesi Stevie Wonder nel dedicare un happy birthday a Lavinia.. che però era al piano di sopra al bar, quindi quando è riscesa gliel'hanno rifatta.. Hanno anche improvvisato una versione tutta Loro di Let it Snow Un pò tre amabili dementi.
Bodies, Don't Get Cheap, Get Back To The Shine, I Wanna Be A Better Friend - You Storm Them Good questi le gemme dal disco. - Kyle dice che le strane chitarre che stanno usando in questo tour non se le riporteranno in america, - che anzi c'è una sorta di contest tra quelli che compreanno cd e/o magliette, - si lascia la propria email, e poi Loro faranno 'estrazione' di due nominativi fortunati, e daranno quei cosi in regalo.. oddio che tizi..
Non c'è bisogno di bis, il concerto va da sè, si completa, poi un mucchietto di gente al tavolino del merchandise..


read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl