PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2019 · 2018 · 2017 · 2016 · {and before that

Ka Mate Ka Ora

lentamente, rumorosamente

https://www.inkoma.com/k/528


 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard
Nell'universo parallelo di myspace, ce ne sono di Band nascoste, - sí ok, già presento il corale ma va?; - alcune se non molte, fortunatamente sono ancora nascoste, altre meno, - in ogni modo è da lí che mi giunse novella dei Ka Mate Ka Ora qualche mese fa, poi recensiti su komakino lo scorso mese.
Oggetto di denucia alla questura da parte dei vicini per rumori electroharmonix molesti nella locale Montale (scherzo), con piacere ne torno a parlare, anche se il Loro batterista si ascolta i red hot chili peppers.

       *komakino: ka make.. ka mate..  ka ora.. kazzo di nome è? Non rischiate di confondere i vostri potenziali ascoltatori, che nel consigliargli al prossimo finiscono per balbettare e/o sputarsi addosso?
       Ka Mate Ka Ora: Anche te con 'sta storia del nome... appena vinciamo il disco di platino pubblichiamo un intero tomo di storpiature del nostro nome.
A parte questo, crediamo comunque che sia un nome abbastanza neutro: con un nome cosí potremmo suonare di tutto, dalla musica lounge, al reggae, al metal...alla slow-core!

       *komakino: A parte le sciocchezze, leggo siete di Montale, in prov. di Pistoia, - come Vi siete conosciuti? Come avete finito per suonare insieme? Oltre Voi, Montale nasconde forse una scena, o vivete per altri motivi altre città?
       Ka Mate Ka Ora: Un giorno di tre anni fà due fratelli (Carlo e Stefano) decisero di formare un gruppo. A Carlo andava bene e a Stefano pure, mancava però un terzo...uscirono di casa e suonarono il campanello al loro vicino (Alberto) chiedendogli se voleva suonare la batteria con loro. E lui non rispose di no!
Quindi, come vedi, la nostra collocazione potrebbe essere ristretta alla via, addirittura allo stesso palazzo!
Per questo ci piace ricordare che siamo di Montale, un'indicazione abbastanza precisa della nostra provenienza.
E non ovviamente per sostenere una qualche supposta scena locale che non esiste proprio! Anche se anche Samuel Katarro è montalese!
Del resto non crediamo proprio di far parte di alcuna scena.
Se vuoi saperlo non ci piacciono le scene. Sono "esclusive".
L'unica scena che possiamo concepire è quella che include solo noi ed "esclude" tutti gli altri.

       *komakino: Posso essere intrusivo e chiederVi che cosa fate nella vita di tutti i giorni? Specialmente in italia, non credo si campi di musica indie, quindi c'è sempre il parallelo della doppia vita.
       Ka Mate Ka Ora: Per certi versi sarebbe proprio bello vivere di musica.
Solo, non crediamo sarebbe una cosa funzionale al modo di concepire la nostra musica. Ci piace fare quello che ci pare, nel modo che ci pare e sapere che non è con la musica che ci procuriamo da mangiare ci lascia tutta la libertà di cui abbiamo bisogno. Questo non significa che tutti coloro che vivono di musica non siano artisti liberi: tempo fa leggevamo che Mark Eitzel, al termine di un suo concerto qui in Italia, si allontanava a piedi da solo dal locale con la sua chitarra in spalla e pensammo "Cazzo questo è uno libero davvero".
Vedi ci deve volere proprio tanto coraggio, o tanta disperazione per essere liberi in quel modo lí.
Comunque per risponderti io e mio fratello lavoriamo nel mondo dello sport (veramente!) e Alberto è uno studente di ingegneria.

Ka Mate Ka Ora

      
     *komakino: La scelta della lentezza, di cui Vi fate bandiera, si traduce in un'onda d'urto catartica e distorta, una sorta di polvere sottile luttuosa e finale, - insomma, niente hit da spiaggia e racchettoni, non splende il sole dalle Vostre parti?
       Ka Mate Ka Ora: Guarda che la Toscana è anche bella, colorata e luminosa!
Di certo la lentezza aiuta ad elaborare, a prendere confidenza con quello che sei, con le cose che fanno parte del tuo mondo. E se prendi confidenza con te stesso può capitare di conoscere il lutto, l'idea della fine. Non solo questo per fortuna...
      
     *komakino: Quanto, e se, è importante nella Vostra vita questo progetto Ka Mate Ka Ora?
       Ka Mate Ka Ora (Carlo): Dal punto di vista "pratico" come avrai capito non molta. Da un altro punto di vista se immagino le nostre vite senza i Ka Mate Ka Ora, non le immagino certo migliori. Le immagino prive di una parte importante...
(Stefano): E' importante quanto mangiare, dormire, pisciare... è una necessità.
    
     *komakino: Cosa gira di più sul Vostro giradis... o lettore mp3?
       Ka Mate Ka Ora (Carlo): In questo momento Xiu Xiu, 69 love songs dei Magnetic Fields, Tristeza, Iron and Wine e poi qualunque cosa dei Seam.
(Stefano): Attualmente Sun Kil Moon, The Warlocks, Okkervil River, Mojave 3, Meat Puppets...oltre ai soliti Low e Red House Painters.
(Alberto): Red Hot Chili Peppers su tutti!
    
     *komakino: Leggevo siete in fase di registrazioni, - di cosa si tratta? che ci dobbiamo aspettare?
       Ka Mate Ka Ora: Abbiamo da poco terminato di registrare il nostro primo album, quello del disco di platino! Adesso, molto probabilmente le registrazioni voleranno in USA per essere mixate e masterizzate...vediamo...

       *komakino: Myspace è un buon canale di uscita, ma non la soluzione definitiva di diffusione vista l'inflazione che chiunque può farsi una pagina e addare 5mila persone, - Vi affidereste a qualche booking per ottenere più visibilità e riuscire a suonare in giro?
       Ka Mate Ka Ora: Guarda, questa cosa di myspace non la vediamo tanto male, offre davvero un sacco di opportunità! Certo è un pullulare di roba insulsa ma prevale la fiducia che tutto ciò che è privo di un progetto, prima o poi, debba crollare. Certo, magari dopo aver succhiato un po' di risorse, ma crolla. Un booking? perchè no, non siamo ancora competenti a sufficienza da permetterci l'autarchia.

Ka Mate Ka Ora


       *komakino: Ma "Draw a straight line and follow it è una cover di La Monte Young "Composition 1960 No. 10" ?? ^_^
       Ka Mate Ka Ora: In realtà no. E' solo il nostro personalissimo e distorto omaggio al minimalismo. Qualunque cosa esso sia.

       *komakino: Ok, MTV  orienta il faro a seconda di come ordinato dalle major, -  major che seguono le mode dei giovani che riempiono gli stadi, non dei quattro gatti che vanno ad un concerto 'indie', ma soprattutto major che alimentano e creano 'il giovane' stesso, poi sedandone la voglia e necessità di nuovo come anche il senso artistico; la domanda è: ci sarà mai speranza? Oppure è proprio grazie a questa bruttezza che altrimenti non sarebbero nati i  Ka Mate Ka Ora, come non sarebbe nato il punk nei 70 se fossero stati tutti soddisfatti e panciolle?
       Ka Mate Ka Ora: La merda concima, e questo è un fatto. Per il resto evitiamo di addentrarci in un'analisi sociologica, meglio ricondurre tutto all'essenza. Ognuno di noi è il risultato di tutto ciò che ha vissuto e la personalità non è altro che il modo in cui riesci ad elaborare il positivo ed il negativo che c'è nella tua esistenza.
E nei Ka Mate Ka Ora c'è la nostra personalità, questo è sicuro, e quindi, in qualche modo, c'è anche mtv e tutto il resto...

read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl