PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2020 · 2019 · 2018 · 2017 · {and before that

Il Cristo Fluorescente

We Will Sink Singing

https://www.inkoma.com/k/3936

[6tx internet release, 26 min. - Self-prod. 2012]

 | federico immigrato e rifugiato
permanent link copied to clipboard
Veronesi scriveva che visti dalla strada, i profili dei palazzi del centro di Roma non sono mai dritti. Ascoltando We will sink singing però viene da appoggiarsi, anche lí. E non si sa chi sarà il primo a muoversi. 
Meno male che le superficie oblique facilitano il decorso dell'acqua. Il nostro sprofondare in queste canzoni altrimenti sarebbe stato una specie di pozzanghera inestinguibile e ambulante. Qui del resto si parla di affogare, in parte. Glu.
Il discorso o la scia del Cristo era cominciato in un momento di pause e solitudine forzata. Qui però è la seconda volta e ci si sveglia dentro qualcosa a forma di conchiglia dove è tutto ancora più sintetico, lucido e disperso nell'eco emozionale di un mare asciutto e irriconoscibile, come quello pauroso de La Strada di Cormac McCarthy. God is not my opinion è un episodio semplicemente toccante. Non vogliamo parlare come degli evangelisti elettrificati, ma potrebbe quasi far immaginare un tuffo in piscina a rallentatore dei Radio Dept dopo che hanno fatto la fila al trampolino con i Boards of Canada. Il bagnino non c'è mai quando serve.
Sta spiegando ai Crystal Castles che non si fa i furbi.
Qui non c'è solo un discorso di rivisitazione elettronica di spunti shoegaze, ma un vero e proprio sfogo al silenziatore col metronomo incontrollato. Per certi versi il cantato è anche molto più valorizzato rispetto al progetto madre Crimen in cui il nostro mette barba e stimmate con altrettanto furore. Come direbbe Jeanette Winterson, alcune ferite è facile scacciarle dalla mente, ma non dalle carne. We will sink singing è esattamente al passo immediatamente successivo, quando tutto è sordo e non sai se stai più vicino al fondo o ad un sorso d'aria troppo gigante. 
Sappiamo quando arriva il momento che tocca tenere il nostro cuore solo per noi stessi per non infettare qualcun altro. Il Cristo fluorescente però pare che riesca a coltivare e dominare le corde di un tipo di solitudine, alienante, ipnotica, ma assolutamente liberatoria. Sott'acqua siamo tutti soli. Glu.

.·´¯¯`·.    .·´¯¯`·.
  °   °     /_ .K ..·
·..  º .·

Veronesi wrote that seen from the street, the outlines of buildings in the downtown of Rome are never straight. 
With playing We will sink sinkging, however, it is like you sense the urge to lean on, there, too. And no one knows who will be the first to move away.. Thank goodness that the oblique surfaces facilitate the passage of water. Our sinking into these songs otherwise would have been a kind of unquenchable puddle and walking. Here we talk about the drown, in part. Glu.
The discourse or the wake of Cristo was begun in a moment of pause and forced solitude. And this is the second time and you wake up in something shaped like a shell where everything is even more concise, lucid and emotionally lost in the echo of a dry sea, often unrecognizable, like the scary one of McCarthy's novel The Road
God is not my opinion is a track simply touching. We do not want to speak as electrified evangelists, but it might just be imagining a dip in the pool in slow motion of The Radio Dept  after they lined up on the trampoline with Boards of Canada. Where's the lifeguard when you need one?
Probably he is explaining to Crystal Castles not to fuck with us.
This is not just a speech reviewing electronic cues from shoegaze, but a real relief silent metronome with uncontrolled. In some ways, the singing is also much enhanced compared to the main project  Crimen where our friend bet beard and stigmata with equal fury.
Like Jeanette Winterson would say, some wounds are easy to forget from the mind, but not from flesh. We will sink singing is exactly the next step, when everything is deaf, and you cannot say anymore if you're touching the bottom or breathing too much air in your lungs.
We recognize when it comes the moment  you need to keep your heart just for yourself, not to infect someone else. It seems that Il Cristo fluorescente is able to grow and dominate the strings of a kind of loneliness, alienation, hypnotic, but very liberating at the same time. Below the surface we're all alone. Glu.

read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl