PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2020 · 2019 · 2018 · 2017 · {and before that

Galleria Disastro

tipo consigli di natale

https://www.inkoma.com/k/3847

A Milano

 | enrico gregorio
permanent link copied to clipboard
Tagli di capelli ne ho cambiati un sacco. Nel duemila e cinque, una specie di cresta; poi frangia davanti, alti dietro, tutto con il gel (tipo tronista  di quartiere) poi ancora sempre frangia ma stavolta senza gel, regolare, non obliqua (quella era anche da ragazze) omaggio all'affascinante universo mod.
Marta è il vero motivo per cui ogni volta cercavo di sembrare migliore, un po' più avanti, lei scopriva i Kinks? Io mi pettinavo da mod.
Marta è quel genere di amiche che sí amiche, ok, ma sarebbe meglio di no. Sarebbe maglio amanti, non che mi racconti quanto ti piace quello che mette dischi la sera in un locale di Bra.
Per lo stesso motivo sto camminando con lei sotto i portici: la sto accompagnando da un fotografo che pare sia in grado di aggiustare una vecchia analogica che ha trovato in casa sua. Ha sto pallino della fotografia, come tutte le ragazze di vent'anni, e dopo un periodo passato a fotografarsi le punte dei piedi adesso è passata a nuvole e cose cosí. Cosí entriamo e lei gli fa vedere la macchina. Uh uh, fa lui, si può mettere a posto.
Nel suo studio alle pareti ci sono appesi degli scatti e delle tavole di autori di fumetti. Vedo un Bacilieri, un Fior. Lei si guarda intorno e dice: adooorabili. Lui si illumina e inizia a raccontarci che anche lui disegna qualcosa, e ci porta sul retro a vedere altre stampe e roba sua.
Lí ho l'ispirazione: per Natale le regalerò qualcosa comprato alla Galleria Disastro, che ha messo in sconto alcune opere di Alessandro Baronciani e le relative stampe. Cos'è la Galleria Disastro? E' sostanzialmente una galleria che raccoglie e mette in mostra le opere di diversi artisti (grafici e illustratori) accumunati da un immaginario street-indie-post-punk-art.
Troviamo per esempio Stefano Fiz Bottura grafico/art director con passato da writer che oggi è direttore di Rock.it  e tra i fondatori del MI AMI. Sua l'idea dellaGalleria Disastro. Nei suoi disegni i confini scompaiono e tutto diventa colore.
Luca Barcellona (Milanese, 1978) ha anche un passato da writer, che lo ha portato a interessarsi alla calligrafia (cioè alla scrittura ornamentale, che poi i tag fatti con lo spray che vediamo sui muri altri non sono che versioni moderne dell'arte della calligrafia che ha radici antichissime), è infatti membro dell'Associazione Calligrafi Italiani, dove anche insegna. Un'artista che reinterpreta e fa rivivere un'arte secolare rileggendola in chiave street-art.
C'è poi Dem, illustratore e writer, che crea un mondo personale e colorato, una continua allegoria ricca di fascino e mistero che si rifà alle illustrazioni per bambini degli anni sessanta. 
Marco Klefisch illustratore (uno di quelli che preferisco) caratterizzato da un tratto sottile e minimal, opera in bianco e nero. Ha partecipato alla campagna internazionale del brand Carharrt e collaborato con Arkitip, Vice, Champfest, The End, Blacknuss, Xl di Repubblica, Superfly, Rugged, Graphotism, Dazed&Confused, La Repubblica, D di Repubblica, Urban, OHT, 36 Chambers/Drago Editore, Corriere della Sera.
Davide Toffolo, voce e chitarra dei TARM, già noto per le sue belle illustrazioni e i numerosi albi a fumetti.
Infine il già citato Alessandro Baronciani, voce e chitarra degli Altro, e soprattutto fumettista e illustratore pop; uscito quest'anno il pluripremiato Le Ragazze Dello Studio Di Munari. Oppure le numerose illustrazioni che costellano tutto il mondo della musica e della grafia, suoi tanto per dire i dei manifesti di Tempesta Sotto le Stelle l'anno scorso dell'etichetta La Tempesta. E proprio sue sono le stampe in sconto, quelle che potrebbero fare innamorare Marta. Nella stampa c'è una bella coppia immersa nel buio, potremmo essere io e lei. Fino al quattordici dicembre, un dittico oppure in vendita separatamente.
Marta ed io usciamo dallo studio e lei è entusiasta, e per fortuna il fotografo era uno sgorbio quindi non rappresenta una minaccia, e io mi immagino quando le regalerò sta stampa e gli occhi le diverranno a forma di cuore. Le propongo di entrare in un caffè. Ci togliamo i cappotti e ci sediamo.
E mentre beve la sua cioccolata calda mi dice che quel tipo di Bra le ha chiesto di uscire. Quello che va in giro con la t-shirt degli Strokes solo perché l'ha vista nei Transformers. Perfetto. Penso che quella stampa ma la terrò per me.

read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl