PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2019 · 2018 · 2017 · 2016 · {and before that

Audrey

+ Carnifull Trio + Why?

https://www.inkoma.com/k/350

@ circolo degli artisti, 29 maggio 2008, ingr. 6€.

 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard

Audrey
Audrey
Audrey
Audrey
Audrey
Audrey
Audrey

Carnifull Trio
Carnifull Trio
Carnifull Trio
Carnifull Trio

Why?
Why?
Why?
Why?
Why?

Prende davvero a male quando si arriva in ritardo ad un concerto.. e cosí mi è successo l'altra sera, che le svedesi Audrey [leggi passata komarecensio] erano praticamente agli ultimi 10min di set, non ho fatto nemmeno in tempo a finire l'applauso che se ne stavano andando. La nuova politica del circolo, quella di cominciare i concerti alle 22. Tanto di lode per l'intento, ma io ancora non mi ci abituo. Quindi faccio giusto in tempo a notare che la più carina è la batterista, oltre al fatto che cantano praticamente tutte e quattro, chi dalla chitarra, chi al basso, chi alla viola, - che bellezza. Tutte quasi sempre ad occhi chiusi, un bel pathos, - dopo corro ad accaparrarmi il Loro primo EP, - me lo faccio firmare, - sono un pò freddine, forse timide, forse solo svedesi, - dicono ritorneranno a suonare in italia in autunno. Vediamo.
Segue il Carnifull Trio - il progetto con a capo quel buon Luka Carnifull che anni fa recensii con in copertina lui e una scimmietta abbracciati. In tre, troppo funky per le mie orecchie, - c'è però da dire che Luka è un ottimo imbonitore col pubblico, e suona ferocemente la sua gibson con le dita (!!) tutto il tempo, - non so che protesi d'acciaio abbia sulle assi falange-falngina-falangetta, - poi ritmi dance alla batteria e altre percussioni elettroniche più synth (oltre al dramma del vocoder, de gustibus), - insomma, un calderone easy listening funky con strumentali quasi indie lo-fi con titoli demenziali quali 'Ti faccio causa ed effetto' su tutti. Simpatici.
Ai Why? che wuoi dire, sono bravi, il batterista suona in contemporanea tamburi e xilofono, il chitarrista in contemporanea sei corde e tastiera, il cantante suona un piatto + rullante e tastiera e aveva pure un braccio ingessato, e il bassista sicuramente non sarà stato da meno. Poi hanno quelle virate che vanno dall'indie di Gemini Birthday Song, The Hollows, all'hip-hop di strada. Beh, io ad un certo punto mi stavo addormentando, ma con tutto rispetto.
PS. Nel caso ve lo foste chiesto la scorsa sera, il terzultimo pezzo (non so il titolo) sembrava con la tastiera rifare il verso a Like Cockatoos dei Cure (da Kiss Me Kiss Me Kiss Me).

read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl