PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2021 · 2020 · 2019 · 2018 · {and before that

Beppe Grillo

Un grillo Mannaro a Londra

https://www.inkoma.com/k/3258

(DVD, Durata: 75/80 min 2010)

 | federico immigrato e rifugiato
permanent link copied to clipboard
In un certo senso sottoscriviamo le obiezioni di Lanier alla cultura del web sociale, intesa come Facebook, Twitter e Myspace. Quando l'autore, icona rasta della ciber cultura degli anni novanta, sostiene che questi spazi sono incapaci di produrre vera innovazione, limitandosi ad una operazione di monotono riciclo e ricombinazione di vecchi contenuti poltiglia*, ci viene in mente la nostra bacheca di Facebook ricolma a volte sempre dello stesso link copiato e incollato da Repubblica.it, forse il peggior sito di informazione del mondo a parte l'homepage di Yahoo.it.
Temiamo che la nostra assefuazione alle notizie tipo pre-o-versus il dannato berlusca in questo senso stia compromettendo tutta la nostra attenzione verso il resto. E' dura ammetterlo, ma siamo quasi amareggiati da come ci siamo stupiti di fronte a Un Grillo Mannaro a Londra.
Nella sua nuova produzione, il comico genovese, che a sua volta non ci incoraggia per i suoi legami con la Casaleggio,  ha adattato il taglio delle vecchie gag di Te lo do io il Brasile per presentarci a suo modo il nuovo corso ecologico(ipercapitalista) di Londra, lasciandoci colpevolmente sbalorditi. Mentre in Italia assistiamo alle indecorose bassezze del premier o andiamo a Londra solo per fare shopping a Camden, la capitale inglese già dai tempi di Kenneth Robert Livingstone sta sperimentando nuove forme di mobilità che si accompagnano ad una serie di investimenti che stanno riqualificando il Tamigi o i quartieri di periferia, tramite il modello ecosostenibile dei nuovi appartamenti di Bed zed.
Se da un lato questi progetti non sono che la riprova di alcune intuizioni di Rifkin, secondo cui l'ecologismo di stato può prendere il suo corso solo se diventa a sua volta una fonte di guadagno dall'altro ci lasciano davanti all'inadeguatezza delle amministrazioni comunali o degli ultimi governi del nostro paese, che come unico  tema ambientale dal 1994 sono solo riusciti a proporre la reintroduzione del nucleare.

read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl