PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2018 · 2017 · 2016 · 2015 · {and before that

Shannon Wright

w/ Moltheni + Alessandro Raina

https://www.inkoma.com/k/325

Live @ circolo degli artisti, ingr. 10€, - Roma 16 giugno 2008

 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard

Non ero lí nè per Raina nè per Moltheni, che aprivano a iniziare dalle 22, che non ho visto e che non ho sentito.

Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge
Shannon Wright, pic by komakino, click to enlarge



Ero lí per Shannon Wright, e se è vero che riesco a vedermi i My Bloody Valentine fra nemmeno un mese, - basta, potrei anche smettere di andare ai concerti, tanto sono soddisfatto a vita.
Se magari ma però se gli Slowdive facessero una reunion..
Dopo che viene richiamata a gran voce per la seconda volta su palco, al finale di Birds Shannon Wright salta all'indietro come spinta e spezza l'aria in due con un urlo pazzesco, la testa Le viene avvolta da quel caz7o di faro/forno del circolo che ha ramato i volti di tutta la prima e seconda fila del pubblico (forse per questo Lei ha urlato?), - io scatto una foto, - mi vergogno un pò (per quanto non usi il flash per non dare fastidio), e contemporaneamente mi vengono i brividi.
Ecco, ho avuto i brividi dall'inizio alla fine.
E ho anche sudato dall'inizio alla fine, causa quei faretti maledetti e l'ipotesi omicida che la ventilazione fosse spenta o in ogni modo insufficiente al circolo, - dove vedere i concerti abbraccia sempre più l'atavico monicker ne resterà soltanto uno (di quelli pubblico, gli altri saranno svenuti) .
Quindi dicevo, - possiamo definire veramente le mie foto della scorsa sera Let in the Light style, - e basta col cabaret.
Shannon Wright s'è fatta le vacanze romane (l'è andata male, oggi a Roma piove..) suonando in solo, unica data in italia, - un'all'anima del contentino capitolino per il fatto di non esser stata ingaggiata al giro precedente quando era in tour con band al seguito [vedi vecchio live rep].
Appena arriva su palco viene accolta da applausi.
Si siede al piano, un Alfonsi (informazione importante), non dice una parola, e attacca a suonare, - alle sue spalle l'aspettano una fender jazzmaster, una chitarra acustica, e poi c'è una drum machine che invece non usa.
Fede al dito, - o è rimasta incastrata col dito nel lavandino d'ottone, o è sposata.
Non apre quasi mai gli occhi, e se lo fa, i capelli le nascondono subito il viso.
Come suona Portray sogno per un attimo di suonare io le percussioni che non c'erano, - poi scopro che per tutto il tempo ha nascosto un plettro fra le mani che tira fuori all'improvviso solo quando vuole far bruciare il fender twin reverb, e comincia a segare letteralmente le corde, nemmeno fosse Chris Spencer degli Unsane su My Right, - come anche sul finale della folk Yard Grass (ho sognato o l'ha suonata davvero?).
Quando dice in The Hem Around Us 'You hold me against my will' sa di molto doloroso e vissuto, poi scosta il volto dal microfono per cantare in vocalizzi quel Suo dolore più forte, e davanti a me un tizio subito le punta contro la fotocamera avido per immortalarne la carie. O forse quella foto l'avrei voluta fare io, non lo so. Ma con più discrezione.
Due volte riusciamo a farla risalire su palco, due (dove suona splendida Avalanche) più uno bis. Se ne va indicandosi il cuore, - ringrazia di cuore.
Al banchetto del merchandise c'era praticamente tutta la sua discografia, salvo fatto per i vinili, e i prezzi non superavano i 12€, - that's love..
ps. Ho visto cose.. - Alla fine del concerto di Moltheni ho visto Massimo Di Cataldo abbandonare il circolo: tutto torna.

read less 
read more 

Feedback:

 pall youhidemeOpen new window writes: beh, in ottobre torna in tour in europa (confermate Spagna, Francia, Germania), quindi forse ripassa anche in italia.. speriamo! ciao
(04/07/2009 12:55:00 - ip: 78.13....)
 MKC writes: che sfiga, io ho cominciato a sentirla da pochissimo...DEVE tornare in italia! ps: belle foto.
(04/07/2009 12:41:00 - ip: 78.13....)
Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl