PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2020 · 2019 · 2018 · 2017 · {and before that

Berlin Beat Explosion vol. 6

The Magnificient Brotherhood + The Madd + The Crimson Shadows + Elgazelle + The Thanes

https://www.inkoma.com/k/3212

Live Berlin, 16-18 settembre 2010, Privat club, Bassy club, Lido.

 | Freddie Koratella
permanent link copied to clipboard
Appena si apre la ''Lonely planet'' di Berlino si legge testualmente: ''Con alle spalle una storia che ha condizionato in maniera decisiva – nel bene e nel male – il destino dell'Europa, oggi Berlino è una forza trainante in ambito nazionale, europeo e mondiale, una città che ha raggiunto una posizione di grande rilievo nel settore scientifico e in quello tecnologico, oltre che nel commercio, in campo artistico e architettonico. Il nuovo ordine mondiale ha qui un impareggiabile avamposto.'' Dopo le tre deliranti serate del Beat Explosion Festival posso certamente affermare che Berlino è l'avamposto anche del nuovo disordine mondiale... perché, per gli amanti di un certo tipo di musica, divertimento e disordine racchiudono la stessa essenza; quella che trasuda sul palco e contemporaneamente infuoca la pista da ballo.

Giovedi 18 settembre:

Arrivo a Berlino con volo low-cost decisamente troppo presto. Troppo solo perché a volte domani è semplicemente un altro giorno. Mentre oggi è semplicemente il giorno dopo l'apertura del Sinister Noise e la Musica Morta ha tirato avanti fino a notte tarda. Quindi il tempo passato sotto le lenzuola è semplicemente troppo poco. Infatti subito dopo aver preso possesso dell'appartamento in zona Friedriechsain ed essermi preoccupato - con una veloce spedizione al supermercato più vicino - di riempire il frigo di non solo birra, svengo su un letto che mai mi è sembrato più comodo. Mi sveglio però troppo tardi per partecipare alla cena di ''Welcome Schnitzel Party!'' organizzata come apertura del festival; poco male tanto sono affamato di solo 60's e per farmi aumentare l'acquolina in bocca decido di raggiungere il Privat club, zona Kreuzberg, a piedi. Il fascino di questa città comincia a rapirmi subito. Dopo una bella camminata arrivo a destinazione il tempo giusto di capire che per accedere al club si passa direttamente dal bagno del ristorante e poi si scendono le scale; ideale per chi come me ora non vede l'ora di saziarsi di musica. Pagati i 6 euro d'ingresso vengo avvolto dalle selezioni a 45 giri dei djs che scaldano subito l'ambiente; le bottiglie di Astra a euro 2,5 fanno il resto. Il locale velocemente comincia a riempirsi... con la mia maglietta dei Pretty Things mi sento un po' in soggezione nei confronti della sfilata di perfetto stile Beat Mod che mi circonda... ma alla fine rimango sempre convinto che l'abito non fa il monaco e che lo stile non si compra con i vestiti ma con la passione con cui si vive certa musica, anche se non mi dispiace essere stato catapultato indietro di circa mezzo secolo... soprattutto in materia femminile. Appena i The Magnificent Brotherhood salgono sul palco capisco che di buona musica questa sera posso farne indigestione anche se sto a stomaco praticamente vuoto. I quattro ragazzi berlinesi colpiscono tutti ripetutamente con il loro garage psichedelico... sorretto da un farfisa, che picchia come un fabbro; da una doppia voce cosí affiatata che sembra aver stretto un patto di sangue; da un ritmo talmente incalzante che ti mette alle strette... Dope Idiots e All because of you sono solo due cazzoti ai fianchi prima che i The Magnificent Brotherhood mi mandino completamente ko con Invisible people... l'ultimo pezzo di un live-set che mi ha veramente entusiasmato... in poche parole magnificamente straordinario. Infatti nonostante al Privat club siamo sotto terra a nessuno è rimasto invisibile che questi ragazzi ci sanno fare parecchio. Dopo il concerto il delirio segue il ritmo indiavolato dei djs. Li ringrazio ripetutamente nel modo in cui mi riesce meglio... facendo continuamente la spola tra banco e dancefloor... e durante questi tragitti mi innamoro svariate volte... infatti più aumentano le Astra più capisco che ho un debole per le teutoniche. Ma quando siamo quasi alle luci dell'alba l'unica cosa che sale con me sul taxi è un ottimo kebab... mi consolo pensando che il fascino del r'n'r' è proprio questo... stay romantic.

Venerdi 19 settembre:

L'inizio del fine settimana mi regala una piacevole novità... non ho un cazzo da fare se non aspettare l'arrivo di Fabia da Roma in tardo pomeriggio ... ne approfitto facendo quello che mi piace di più in terra straniera; cioè vagare senza meta alla scoperta di qualcosa di interessante... e più cammino più scopro che questa città regala perle dietro ogni angolo... inoltre per non essere da meno allo stile ecosostenibile berlinese vado avanti solo a birre... appunto sulla guida un paio di negozi di dischi, mi perdo un paio di volte anche se con il riferimento della torre di Alexanderplatz diventa tutto più semplice. Il volo da Roma di Fabia è in notevole ritardo e quindi decido di continuare il mio aperitivo in solitaria al white trash fast food, un posto che è come la passione per i cavalli di Mandrake... non si può spiegare a parole... non ho prenotato e quindi ho solo il posto al bancone, il mio preferito, dal quale assisto comodamente al sound-check di un gruppo sconosciuto che fa veramente casino... cose piacevoli da un altro mondo. Arrivata Fabia abbiamo solo il tempo di tornare all'appartamento per poi tuffarci al Bassy club in zona Prenzlauberg. Con 25 euro ci garantiamo il braccialetto che ci da accesso anche alla serata di domani. A conti fatti avrei sborsato anche il doppio visto e ascoltato quello che ci è stato offerto. Abbiamo subito l'impressione che il Bassy club è un posto studiato e concepito, anche nei minimi dettagli, per non far mancare niente a chi ha voglia di divertirsi... atmosfera che ci lascia veramente sbalorditi, condita dalle selezioni di Mr. Splendid; diventato subito il selezionatore preferito del sottoscritto e di Fabia con le sue chicche di 60's garage che altro non sono che un classico riassunto delle emozioni che questo genere di musica può regalare. Quando il locale incomincia ad essere pieno salgono sul palco i The Madd da Rotterdam. Gli olandesi sul myspace mi erano sembrati un po' stonati, con il loro indie pop alternativo, alla situazione molto più retro proposta dal festival... ma i The Madd mi smentiscono da subito con una sonorità che ti acchiappa come certe sostanze coltivate nella terra degli orange. Poi quando annunciano Abba dei Paragons capisco che in sostanza non ci sono paragoni... per l'ennesima volta ascolto questa canzone anche fuori delle mura di casa e sembra che tutti apprezzino... la gente balla... balla e si diverte. Il tasso alcoolico del Bassy club incendierebbe qualsiasi test; ma per fortuna a Berlino non sembra una prerogativa mettersi al volante a fine serata. È il momento degli svedesi Crimson Shadows che sinceramente non conosco proprio. Sarà forse per questo ma non dico una cazzata se scrivo che è stato il live più divertente che abbia mai visto; i quattro signori svedesi sono infatti i primi che hanno voglia di fare casino e gli strumenti sembrano essersi calati una speed per come suonano veloci. Con What I wont sono proprio quello che si vuole... scalmanati all'ennesima potenza. La situazione è calda e i Crimson Shadows non sembrano essere intenzionati a fare i condizionatori... anzi offrono uno spettacolo che nessuno vorrebbe si fermasse mai; loro coattamente accontentano tutti. Finito il live show inizia un altro show... tutti ma proprio tutti, artisti e djs compresi, si mescolano nella pista da ballo fino a quando è veramente troppo tardi ed è l'ora di chiudere questa serata che è stata veramente uno spettacolo.

Sabato 20 settembre:

Il giorno seguente siamo ancora fomentati della serata trascorsa e uscendo di casa facciamo la seconda cosa che ci ha spinto a venire a Berlino dopo il festival... andiamo in cerca di negozi di dischi... questa missione ci fa ignorare il Boat Party organizzato da Mr. Blowfish... non ce ne vogliano ma anche il sottoscritto e Fabia hanno voglia di far girare qualcosa di buono, a casa o nell'impianto, quando torneremo a Roma. Evito di elencare i tanti negozi che manderebbero in rovina qualsiasi collezionista vista la mole di quello che si può trovare in giro per Berlino... ma un cenno particolare lo merita ''Record Store'' in Brunnenstrasse 186. Un posto in cui ci puoi passare le ore senza annoiarti mai... parola di Lady Garage... con una cortesia veramente da lasciarti a bocca aperta e tasche vuote; ma comunque pienamente soddisfatti. Il giro delle compre è stato veramente lungo e ci incamminiamo verso casa per prepararci nel migliore dei modi a quello che ci aspetta al Lido; ma strada facendo ci imbattiamo in ''Scotch & Sofa'' e vince la birra... ci stazioniamo in un posto veramente incantevole in cui il tempo sembra essersi fermato. Ma il tempo non aspetta nessuno e ci accorgiamo che come al solito siamo in ritardo. Il taxi ci porta prima a casa e poi a Kruezberg; la fame però ci fa fare una tappa al ristorante del ''Welcome Schnitzel Party!''... sarà perché qui le schnitzel sono veramente troppo grandi o forse perché certi discorsi che sanno di vita non puoi interromperli a comando... ma appena arrivati al Lido siamo consapevoli di esserci persi la performance degli Elgazelle. Cazzo un vero peccato perché è il gruppo che conoscevo meglio ascoltandolo spesso sul myspace e che mi incuriosiva parecchio... cercherò di farmi perdonare provando ad avere in tutti i MODi un loro disco. Sul palco ci sono i The Thanes direttamente da Edimburgo... e forse non è un caso finire la settimana da dove è cominciato tutto... robba da accappatoio... loro ci danno dentro alla grande e io e Fabia abbiamo tutta la voglia di recuperare il tempo perso... in pista e al bancone... e i vuoti a rendere si accumulano. Alla fine del loro show i The Thanes ci lasciano con Gloria e nessuna canzone poteva essere più adatta a chiudere i live di questo festival che mi ha davvero entusiasmato. Ma la notte non è ancora finita... il Lido scoppia di gente che ha voglia di fare tardi... i djs ci danno un mano a non farci cambiare idea. Ma domani – scusate la pubblicità occulta - è semplicemente un altro giorno e noi torniamo a Roma... stanchi ma con la consapevolezza di avere vissuto tre giorni in cui abbiamo imparato tanto. Poi Berlino da certi aeroporti mentali non è cosí lontana.

Freddie Koratella (Dead Music dj-set)





.·´¯¯`·.    .·´¯¯`·.
  °   °     /_ .K ..·
·..  º .·

As soon as you open the Berlin's Lonely Planet you can read: ''With a history that has influenced in a decisive way - for better or for worse - the fate of Europe, Berlin is now a driving force in national, European and world economy, a city that has reached a position of great importance in scientific and technological, as well as in commerce, in art and architecture. The new world order has an unparalleled outpost here.''
After the three-nights delirium Beat Explosion Festival, I can certainly say that Berlin is also an outpost of the new world disorder ... because, for lovers of a certain type of music, fun and confusion contain the same essence, the one that we can feel from the stage and on the meantime the one that excite the dance floor.

Thursday, September 18:

I Arrived too soon in Berlin with a low-cost flight.
Too soon because sometimes tomorrow is simply another day. But today is simply the day after the opening night of Sinister Noise club in Rome and dEAD Music DJ set pulled out until late last night. So the time spent in bed is simply too little.
Immediately after taking possession of the apartment in Friedrichshain and filled the fridge with beers after a quick walk to the nearest supermarket, I  faint on a bed that never seemed more comfortable.
I wake up too late to take part at the opening festival-dinner  “Welcome Schnitzel Party!''... not big deal ‘cause I'm hungry only of 60's and to smack my lips I decide to reach the Privat club, in Kreuzberg by foot. The charm of this city begins to take me away. After a nice walk I arrived at destination just in time to understand that to enter the club you should go directly downstairs, passing from the bathroom of the restaurant.
After paying the 6 euro fee to enter I'm wrapped by the DJs' 45 rpm selections that warm up the atmosphere... the bottles of Astra at 2.5 Euros do the rest. The club starts to fill up quickly... and me, with my shirt of Pretty Things, I stand a little bit in awe of the Beat Mod parade wear style around me ... but I am still convinced that the clothes don't make the man, and the style, you would rather buy it with the passion of Music than with clothes.
As soon as The Magnificent Brotherhood go on stage I realize that I might get an indigestion of good music even if my stomach is still empty.
The four young Berliners strikes everybody with their psychedelic garage... also supported by a Farfisa, that beats like a blacksmith, two vocals so well-matched that seem to have made a pact of blood, and by a rythm that pushes you into a corner...
Dope Idiots and All Because Of You are just two punches to the hips, then The Magnificent Brotherhood send me completely KO with Invisible people... the last piece of a live-set that excited me so much... in short, a magnificient unique live-set.
Despite the "Privat-club” is underground, it's not invisible for all the people that  these guys kick ass. After the concert the madness of all follow the frenzied rhythms of the djs.
I thank them repeatedly in the way I do best ... by constantly shuttling between the bar and the dancefloor... in the meantime I fall in love many times ... thanks also to the Astra I realize that I have a soft spot for Teutonics.
But when the morning lights arrived, the only thing that goes with me on the taxi is a good kebab ... I comfort myself by the thought of that this is right the charm of r'n'r '... STAY ROMANTIC.

Friday, September 19:

The start of the weekend gives me a pleasant new ... I have nothing to do but waiting for the arrival of Fabia from Rome in the late afternoon ... I take advantage and I start doing what I like best to do in a foreign land, that is playing around looking for something interesting...
While walking I find that this city offers pearls around every corner... and to follow the ecological style of Berlin I go on with beers...
I sign on the road a couple of record stores, I get lost a couple of times but with reference to the tower at Alexanderplatz everything becomes easier.

Fabia's flight from Rome is very late, so I decide to continue my solitary aperitif at the white trash fast food, a place that is like Mandrake's passion for horses: cannot be explained in words! [> wiki]
I did not booked a sit, so, there's only free room at the bar, my favorite spot. From here, I can hear the great sound-check of an unknown group that is really messy... nice things from another world!
When Fabia arrived we only have time to go back to the apartment and then dive into the area Prenzlauberg, at Bassy club. We pay 25 euros for the bracelet that is valid also for tomorrow evening.
On balance I would have paid double for what we have heard and seen inside.
We immediately get the impression that the Bassy Club is a place which has been designed to give everything to those who want to have fun!!
The atmosphere, which really leaves us amazed, is enhanced by the selection of Mr. Splendid, which immediately became the favorite DJ of me and Fabia, with his gems of 60's garage, that are nothing more than a summary of the emotions that this kind of music can offer.
When the room begins to get crowded The Madd from Rotterdam go on stage. On Myspace the Dutch group had seemed a bit 'out of this festival with their indie pop alternative...I was wrong, The Madd start with a sound that grabs you like some substances cultivated in the ”land of orange” . Then when they announce Paragons' Abba I understand that basically there is no comparison... once again I listen to this song also outside the walls of my house and it seems that everyone appreciates it ... people dance ... dance and have fun.
The alcohol's rate in Bassy club will ignite any alcohol-test, but fortunately in Berlin it doesn't seem to be a prerogative moving behind the wheel at the end of the night!
It's now time of the Crimson Shadows, and even if I don't know them at all, I'm not kidding when I say that it was the funniest live show I've ever seen.
The four Swedes want to make some noise and the instruments take speed . The song “What I wont” is just what we wanted ... rowdy to the nth degree!
The venue gets hot and sweaty and the Crimson Shadows don't seem to work as a nair conditioning unit... they satisfy everybody! When the live show ended another show starts: everybody, included DJs and the band, mingle on the dance floor, until it's too late and it's closing time. This night was amazing!

Saturday, September 20:

The next day we are still stirred up from the last night. Stepping out of the house we do the second thing that drove us to come to Berlin after the festival ... we go out and look for music stores... this mission makes us ignore the Boat Party organized by Mr. Blowfish... I hope that nobody will be disappointed about that, but me and Fabia, we both wanted to buy something good to play it home once back in Rome.
I'm not going to write about all the stores we visited, which are the envy of collectors, but ''Record Store'', in Brunnenstrasse 186, is a place where you can spend a lot of time and never get bored... Word of Lady Garage.
The shopping tour took us a long time, and we walked home in the best way to prepare for the Lido. On the way we encounter in ''Scotch & Sofa'' and won the beer... We parked in a truly enchanting place where time seems to stand still.
But time waits for no one and we see that as usual we're late. The taxi takes us home first and then Kruezberg; We stop at the restaurant ''Welcome Schnitzel Party!''…
Perhaps here the schnitzel are really too big or maybe certain speech about life cannot be stopped on command, when we arrive at Lido we understood that we lost the Elgazelle performance…
It was a pity because they were the group that I knew better and I was curious to see them because I used to listen at them on Myspace. ...
On stage there are The Thanes directly from Edinburgh...  and perhaps it is a case to end the week where it all began ... bathrobe stuff ... they are great and me and Fabia want to recover the lost time... both on the track and the bar ... and the returnable bottles accumulate.
At the end of their shows The Thanes greet us with “Gloria”, and no song could be more fitting to close this festival that really impress me so much.
But the night is not over yet ... The Lido is bursting with people who want to stay up till late night... DJs help us. But tomorrow - sorry for the promotion – is simply another day and we return to Rome ... tired but with the knowledge this three days were amazing and we learned a lot!!
read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl