PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2020 · 2019 · 2018 · 2017 · {and before that

Om

w/ Lichens

https://www.inkoma.com/k/2705

live @ Init, Roma, 28 Gennaio 2010, ingr. 15 euro

 | federico immigrato e rifugiato
permanent link copied to clipboard
Syd Barrett pare che sia stato allontanato dai Pink Floyd per l'inaffidabilità dovuta ad un uso smodato di stupefacenti e la predisposizione a suonare, nelle ultime esibizioni, sempre e solo la stessa nota dissonante.
Avrà per sempre il nostro rispetto sconfinato comunque.
Scommettiamo poi che sul palco avrebbe avuto una confidenza quasi telepatica con le formazioni protagoniste stasera all'Init, Om e Lichens. Dei primi sono due settimane che ne parlo usando sempre le stesse parole in modo dissonante qui su Komakino e al bar, ehm, non so se mi leggerete ancora a lungo su queste pagine. 
I Lichens pensavo, sbagliando, che fossero qualche vicino di ranch nel deserto degli Om.
Oddio, potrebbe anche darsi, ma in realtà non sono altro che il nuovo progetto di Robert Lowe dei 90 Day Men, formazione post rock-math seminale di inizio anni novanta. Vedendolo aggirarsi come un fantasma nei dintorni del banchetto, ho avuto una sensazione terribile e ho capito cosa provano i sensitivi quando sono vicino a qualche serial killer, un pò come quando ho guardato anni fa negli occhi il batterista dei Paper Chase, di cui lui tra l'altro  il nostro è anche amico e hanno collaborato in qualche rapina o progetto, ma vabbè questo lo troverete scritto sicuramente da qualche altra parte.
Sul palco poi mi ha devastato. Generalmente quando assisto all'uso solitario di drones, modulazioni della voce in infiniti loop astronomici ai concerti mi fa sempre venir voglia di uscire e telefonare a casa al mio dentista.
Robert Lowe, però mi ha magnetizzato, sopratutto perchè ero convinto che allargasse talmente tanto la bocca che prima o poi si trasformasse in un lupo satanista, o uscisse dalla sua maschera Frank Drebin.
Incredibilmente poi ha ricevuto un boato di applausi. Pubblico numerosissimo tra l'altro.
Nonostante suonassero contemporaneamente, Payback, Ultimi e il GRANDE Franco Micalizzi qui dietro al circolo.
Bella serata veramente però, su tutto penso che ancora incida l'onda lunga del successo di Sunno)) ed Earth.
Ho visto anche qualcuno con il cappuccio e il saio. O forse questi giorni ho ascoltato troppo il nuovo God is Good.
Sul palco rimane Lowe ad aiutarli. I nostri però sono talmente mantrici che Cisneros e Amos potrebbero reggere il palco ciascuno da solo per conto suo.
Il suono è quello dei pachidermi del deserto di Dune.
Colossali e incredibilmente coinvolgenti nonostante la composizione atipica degli strumenti, anche se che quello sia un basso e non il motore di qualche astronave lasciataci dai marziani ho i miei dubbi.
Non so come i nostri reggano un tour a portare in giro questo mostro sonoro. E' fondamentale comunque il ruolo di Amos. La continua rullata panoramica sui tom infatti oltre ad essere ipnotica lei stessa spezza e da un senso di circolarità compiuta al basso siderurgico di Cisneros.
Finito il set, ritornano per il bis di una sola canzone che comunque sono altri 30 minuti.
Io devo uscire a chiamare lo stesso il mio dentista.
Penso che le mie gengive non sono più tanto giovani per tutto questo.










read less 
read more 

Feedback:

 pall youhidemeOpen new window writes: Concordo s¨ quanto detto di Robert Lowe.. un geniaccio a metÓ tra un esperto di voodoo, Jimi Hendrix, - e non ho mai visto nessun fomentarsi tanto con un tamburello.. massimo rispetto!!! - Ah, ps. non so se volevano far del cabaret all'Init, ma io ho apprezzato tantissimo che prima del concerto degli OM abbiano messo in sottofondo gli AU!! Se dovevo ridere, sappiate che ho riso.
(29/01/2010 15:35:00 - ip: 89.97....)
Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl