PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2018 · 2017 · 2016 · 2015 · {and before that

Barbagallo

Prima che faccia altri 6 dischi

https://www.inkoma.com/k/2527


 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard
Carlo Barbagallo, in Arte e parte, Barbagallo, è quello che visto dal giardino del vicino non si tarderebbe a dire un geniaccio: musicalmente fertile, per molti versi visionario, in pieno estro creativo.
Purtroppo per noi però, nel nostro giardino, qui in Italí, provincia di USA, non abbiamo molti sí detti '
critici musicali' che vi si avventurino, - perchè troppi smaniano per essere i primi a scoprire l'America e a gridarne la paternità, - quando basterebbe cosí poco per realizzare che, per quanto la tendenza ad idolatrare chi ci abita lontano dove l'erba è sempre più alta e più verde che qui possa essere una cosa opinabile, - beh, nazionalismi a parte, noi Barbagallo lo abbiamo proprio qui sotto il naso: Erba Alta e Verde.
E se la concima da solo.
No, detto cosí pare brutto, - ma il giovine qui è totalmente do it yourself, cioè se le fa da sè.
No, detto pure cosí è brutto: insomma, si è registrato per conto suo 5 forse 6 dischi, e oltre che suonare tutti ottimamente (sentiteVi
Ego-God, praticamente va in pista con David Grubbs) - alla faccia di tutti quelli che spendono barche di soldi in fase di registrazione per ritrovarsi con delle audio san-remate, - quelle sí di provincia - non trova nemmeno il tempo di andare al cesso, che suona pure negli AlbanopowerGreta, Les Dix-Huit Secondes, Freedom or Not e i Suzanne'Silver, - e non li ho detti ancora tutti.
Momenti suona pure nel Vostro di Gruppo, ma è ancora ignoto ai più, - e nonostante tutto questo popò di
Mmoseca - perchè alla fine ciò che importa è la Musica, - nonostante ciò, in edicola, allegato al quotidiano di turno, troverete ancora la raccolta delle cover inedite di Mina, il cofanetto di Vasco e al massimo gli Afterhours perchè all'anagrafe mediatica risultano l'alternativa del giovane alternativo, e i punk sono i Green Day, la musica sperimentale è quella che non si sente il cantante, lo shoegaze è un negozio di scarpe, il giovane sogna guitar hero e magari x-factor, e noise tradotto in italiano è naso.

***



komakino: Ciao! sul tuo barba-myspace leggo "Me, Alone! Sometimes I invite some friend! - Nonchè si citano Suzanne'Silver e Albanopower: puoi farci un 'previously on Carlo Barbagallo'?
Barbagallo: Suono con i Suzanne'Silver dal 1996. Nel 2003 mi sono cimentanto alla batteria (poi ho dimenticato totalmente come si suona) ne La Petroliera. Con Urciullo [Lorenzo, ndk] abbiamo formato le Tempestine per suonare dal vivo le nostre cose soliste; quando doveva mettere su la band per portare dal vivo Albanopower mi sono unito a loro. Suono con Lucia [Urgese, ndk] nei Les Dix-Huit Secondes (saremo in tour in gennaio): totale improvvisazione. E canto nei Greta di Sindona (anche lui Albanopower).

komakino: Quando hai cominciato a suonare la chitarra? E tutto il resto? Ti ricordi cosa ti ha avvicinato in primis alla necessità di fare della tua Musica?
Barbagallo: La mia Fender "Redondo" è sempre stata in casa. Quando ho cominciato a strimpellarla studiavo da almeno tre o quattro anni pianoforte... Ma preferivo, anzichè studiare, inventare canzoni e registrarle con la radiolina, fantasticare su gruppi inventati, fare finta di fare dischi, dargli un nome e disegnare la copertina. Giocavo cosí da piccolo e fondamentalmente non è cambiato nulla. Per me non è una necessità motivata fare musica: semplicemente non potrei non farla.
Gli altri strumenti non li so suonare: mi piace provare a fare qualcosa con qualsiasi cosa possa suonare. Non credo che sia necessario essere tecnicamente bravi per fare musica. Se quello che esce, ti piace, è fatta!

komakino: Hai registrato da solo Floppy Disk? Usi qualche software per registrare o fai in analogico?
Barbagallo: Sí Floppy Disk l'ho fatto tutto da solo con il mio portatile. Solo le voci l'ho ri-registrate, circa 9 mesi dopo averlo finito, al Vertigo Recordings Studio di Toti degli Albanopower.. Spero presto di potermi permettere un mio studio analogico!

komakino: C'è una canzone che più di altre senti ti rappresenta in questo album? E perchè?
Barbagallo: No, ognuna mi rappresenta a suo modo.



komakino:  Potresti descrivere Floppy Disk: è solo una collezione di canzoni di questo periodo della Tua vita, oppure ha una sorta di concept dietro?
Barbagallo: Floppy Disk, come tutti i precendenti, è una collezione di canzoni di un periodo della Mia musica...
Ho sempre chiuso nella forma disco le migliori registrazioni di un mio periodo musicale...
Lo trovo necessario per andare avanti: fare periodicamente il punto della situazione, chiudere un disco che abbia un senso, poi renderlo disponibile in qualche modo. Forse il concetto dietro a Floppy Disk è l'idea di suono che lo caratterizza.

komakino:  Mi pare di capire che sei in amicizia con diversi nomi della più nota quasi-scena sicula (il "quasi" è per volontà scaramantica): Francesco Cantone (Twig Infection, Tellaro), Danilo Garro (Mashrooms, Jackpine), - giusto per citarne un paio: come funziona, organizzate festini nelle ville con le cadillac con gli ammortizzatori sgonfi parcheggiate intorno alla piscina, donne in bikini, birre e droghe? A proposito, dov'è che vivi?
Barbagallo: Conosco loro perchè ci troviamo o ci siamo trovati ad operare nella stessa realtà tra sr e ct [Siracusa e Catania, ndgooglemapsk]. Abbiamo spesso condiviso concerti sia sul palco che come spettatori, fatto brani insieme, feste in campagna con birre, salsiccia, ali di pollo e amplificatori ad alto volume; e naturalmente continuiamo a collaborare quando c'è l'occasione.
Anni fa a me e Dario (Demarion - Suzanne'Silver) ci venne l'idea di musicare, invitando a turno tutti gli amici musicisti, dei mini articoli di Scaruffi sui peggiori problemi degli StatiUniti (trovati per caso su internet). Spero di poter riproporre il progetto al più presto (magari con un altro concept alla base).
[> vedi/senti last.fm]


komakino
: Che speranza c'è che il gggiovane consumatore di musica possa finire per ascoltare il tuo disco? E di comprarlo?
Barbagallo: Le possibilità che il giovane consumatore di musica arrivi ad ascoltare il mio disco sono quasi nulle per ora! Tuttora mi mancano totalmente le infrastrutture per poter arrivare anche a chi non legge le webzines come komakino... Chissà domani! Ma probabilmente avrò fatto altri 6 dischi!

komakino: Che deve accadere secondo Te in Italia, affinchè la gente smetta di comprarsi Guitar Hero et similia e invece si accatti una bella chitarra vera e propria?
Barbagallo: Forse se si smettesse di guardare la televisione cambierrebbero tantissime cose!

komakino: Stai facendo o hai in programma qualche tour promozionale per questo album? Le Tue composizioni sono molto complesse, - dal vivo Ti proponi come solista o hai una band?
Barbagallo: Ho messo in piedi un live completamento solo (voce, chitarra, effetti). Un esempio di come suonano in acustico tre brani di Floppy Disk lo puoi trovare qui (ahime youtube style!) Per ora sto cercando di organizzare un tour per fine febbraio; entro il 2010 spero ne seguiranno altri. Mi piacerebbe un casino poter riuscire ad organizzare una big-band (ahah!!!) per suonare dal vivo FLOPPY DISK per intero, ma i budget sono cosí ristretti che attualmente è impossibile.

komakino: C'è qualche concerto che sei andato a vedere ultimamente, e che Ti ha colpito in via positiva?
Barbagallo: Non ho visto molti concerti ultimamente; non è che in Sicilia arrivi granchè! Comunque, andando a ritroso negli ultimi due anni, quelli che mi sono piaciuti molto sono stati Deus, Deltahead, Skrunch.

komakino:  E - facciamo zizzania, - uno che proprio era meglio che restavi a casa?
Barbagallo: Il concerto di un sassofonista francese con una cantante pseudo-soul e basi quasi neomelodiche; di cui non mi ricordo infatti nemmeno il nome...

komakino:  Ok, zizzania mancata direi, .. ma mi aspetto ora tante email di ritorno da parte di anonimi cantanti pseudo-soul.
In ultimo, ma non troppo: cos'è questa cosa della cover dei Genesis? Non puzza di vecchio? E' ora di rivalutarli? ps. la Tua versione è molto bella, e non puzza di vecchio ;-)
Barbagallo: Adoro "The Lamb Lies Down on Broadway" e quella canzone in particolare... Semplicemente un pomeriggio è uscita fuori dalla chitarra e mi sono messo a registrare. Sono contento che ti sia piaciuta. Trovo che quel disco meriterebbe di essere conosciuto più di quanto non lo sia.



read less 
read more 

Feedback:

 Sarya writes: :)
(19/11/2009 15:21:00 - ip: 78.15....)
Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl