PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2020 · 2019 · 2018 · 2017 · {and before that

Dustin O'Halloran

Piano Solos

https://www.inkoma.com/k/2231

(12tx cd, 39'52'' Bella Union / V2 rec)

 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard
Finalmente e Completamente abbattuto dalla Bellezza di questo disco. E' + di un mese che vado mendicando questo titolo tra diversi negozi di musica a roma. Nessun commesso capisce la mia pronuncia del cognome di Dustin, mi guardano strano anzi, - un tizio in un negozio mi dice con disprezzo 'no, quella roba lí non l'abbiamo' - o per i + volenterosi, ogni volta è spelling. E le poche volte che risulta sul terminale, mi si conclude con 'è stato ordinato.. prova la settimana prossima'. - Poi all'improvviso lo trovo su uno scaffale.. tra gli stranieri di un megastore. Una copia sola.. - Bava alla bocca, stretta al cuore, 19€ (stretta al portafogli), - ed è MIO. -
[[[[
:::recensio: Dustin O'Halloran è il chitarrista_polistrumentista dei Devics (qui il recensore si strappa il cuore e lo dona alla Band in questione), Band struggente, DELLO Struggente, dove lo Struggente si passa testimone tra il Genio di Dustin e quello di Sara Lov (- la voce di Lei cigno dal cuore innamorato&devastato). - Funziona che Dustin passa del tempo in italia, e trova chissà dove un piano svizzero degli anni 3o, un Sabel. - Dopo la traccia strumentale finale di Stars at Saint Andrea, Dustin ha un flash della sua infanzia, quando sin dai sette anni per altri sei ha studiato piano classico. - Tutte quelle bacchettate sulle mani all'improvvisano gli tornano stigmate, e ridonano luce (nera) e speranza (per la fine) alla Sua Solitudine. - E fissa tutto su 12 tracce, pubblicate in una spartana confezione in cartoncino, magra di note e foto (in ordine: il piano, la mano sul piano, la marca del piano). E Tocca le corde + intime della sua anima, e della mia. Sí, cristo, Ti ascolti questo disco, ed è notte, arriva da fuori quel freddo che crina le ossa, Ti ritrovi sol* - e dici a Te stess*: 'l'ha scritto per Me questo album, - mi sta descrivendo..'. Oddio. Solitudine. Soliloquio. Solo. Cullato tra delicatezze care a Chopin e Debussy, - volteggi, lacrime, carezze, voli a spirale, opus, opus, opus, - il puro Genio di Dustin scioglie le briglie e tutto libra generoso e ispirato. - Già con i Devics prima, ora differentemente. Una diversa intensità dello Struggimento. Della perfezione. - E cristo, - lassù è pieno di pianeti, stelle, cosmo, tempo: eppure non conta + un cazzo, Lui è lí al pianofortepiano, - e sono già quattro volte che ho messo repeat. (- Certa Gente dovrebbe essere venerata a divinità, o sostentata dal resto dell'umanità).
+++++++++++++++++++++++
What can i say? I'm totally lost in this album, - it's a pure gem of Beauty. Dustin is a pure Genius, - His touch is perfect, and delicate and melancholic, - His Inspiration flies free through an atmosphere of Sadness and Love. 12 tracks, played on a swiss Sabel piano of early '3o. 12 pearls calling God through an higher Voice. CD shaped in a spartan cardboard, with pictures of this piano. A few notes. And it's my 4th time to press play. It's Chopin writing poetry with Debussy, it's a contemporary brilliant Heart colouring the atmosphere of gentle sounds and images of a cold night. It tells of Your-self when You were corrupted and a Lover, when You were lost in the darkness of a blueday. - It's Wonderful. Greetings Dustin..
read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl