PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2019 · 2018 · 2017 · 2016 · {and before that

Devics

w/ (perchè mai?) baustelle

https://www.inkoma.com/k/1668

Live 29 marzo 2006, roma @ circolo degli artisti.

 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard




___my dear.. come si dice.. 'per il rotto della cuffia'.. sono in motorino con mia sorella in coda, direzione circolo degli artisti, quando sento vibrare insistentemente il cell nella tasca sinistra dei jeans; indosso i guanti invernali, quindi non mi riesce di sfilarlo al volo per vedere chi sia, - cmq poi probabile è Sté, ed infatti è lui che ci accoglie mentre parcheggio dietro il locale, e con sguardo assente mi fa 'fai con calma, metti tutto a posto che ti devo dire una cosa' - e io 'cosa? hanno già suonato i Devics? hanno cancellato la data? SONO MORTI??? COSA???!!! PARLA!!' e lui 'no, peggio, è sold-out, - sono tutti venuti per i baustelle, perchè sono i baustelle gli headliner, i Devics sono di spalla'
NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOOOOOoooooo ooooooooooooooooooooooooooooooo ooooooooooooooooooooooooooooooo
La testa mi comincia a fare sinistra-destra, destra sinistra, come ancora a fare eco al mio NNNNNNNOOOOOOOOOOOOOooooooooooo ooooooooooo. Ma cos'è? un incubo? I Devics gruppo spalla? ai baustelle? Stiamo scherzando? Starò sognando? Forse se mi guardo i piedi scopro che sono uscito in pantofole di nuovo? Al circolo c'è un sold-out?
Intanto vedo che poco dopo di noi sta parcheggiando un ragazzo che mi aveva presentato una volta Corr dei Giardini di Mirò, - un ragazzo che organizza concerti, e allora dico agli altri 'aspettate, forse c'è speranza.. se solo mi ricordo il suo nome'.. 'ciao, sei della [blahblahblah] concerti vero?' lui mi guarda tipo 'ci conosciamo?', ma io incalzo perchè non mi ricordo il nome quanto sono rincoglionito, 'senti, siamo venuti qui da lontano per vedere i Devics, unicamente loro, e abbiamo saputo che sono finiti i biglietti.. noi siamo disperati, puoi farci entrare cmq? paghiamo vediamo loro e ce ne andiamo', ma lui fa 'guarda, questa data non l'organizziamo noi perchè ci sono di mezzo i baustelle, quindi non posso aiutarti'
cazzo cazzo cazzo. magari se mi ricordavo il nome potevo insistere, magari se chiamavo al telefono il circolo il giorno dopo mi facevo un'idea della situazione.. cmq aggiunge 'magari lasciategli che ne so, un documento, e dite che uscite appena finiti i devics, boh, dite qualcosa' - bel suggerimento, isn't it?
CMQ. Mi fiondo alla cassa, volto da cane bastonato e abbandonato sull'autostrada di notte, occhioni da 'sono un cucciolo, adottami' e c'è una tipa ai biglietti che invece non mi guarda nemmeno in viso; le dico 'noto con dispiacere che sono finiti i biglietti [c'era un cartellone con scritto sold-out sul bancone].. ma noi siamo venuti dal freddo e da lontano per i Devics, unicamente per Loro, possiamo pagare il biglietto intero, guardarceli, e poi usciamo? ti lasciamo i documenti se vuoi, noi siamo qui UNICAMENTE per i Devics..', ma lei è una professionista dell'indie, e non batte ciglio, non sono nemmeno certo che mi abbia mai guardato negli occhi una volta, e dice 'no, non si può sono finiti tutti', io insisto, ma nulla. Allora la testa mi continua a fare no-no.. NOOOOO!! E' inaccettabile. Tutti quegli stronzi lí per i baustelle!!!! I gusti sono gusti, ma non mi potete vietare di vedermi i Devics! Intanto arriva qlc altro gruppetto fan dei Devics che affronta la dura realtà del sold-out, e sento cospirazioni varie su come aggirare la 'security' o l'entrata..
ci allontaniamo, mia sorella ci fa 'ci riprovo io, magari un tocco femminile', e io aggiungo 'dille che ci offriamo in natura anche, anzi, che potrà scegliere uno di noi tre', - non si sa mai, sono sempre gusti.. da lontano vediamo che lei ci va e parla con la tipa che continua a fare no-no con la testa neanche arbitrasse il tennis.. quando torna indietro fa rapporto 'mi ha chiesto come mi è venuta in mente questa storia di lasciarle i documenti e s'è messa a ridere', - beh, in effetti.. Cmq aggiunge 'dice di provare fra dieci minuti, forse vendono i biglietti degli accrediti non reclamati'.. hmm, devo aggiungere un tocco femminile allora alla mia tecnica del cane bastonato_etc.. allora ci riavviciniamo, senza sapere se i Devics hanno cominciato o no. Io non sento nessun suono simil musicale, e non credo che il circolo sia tanto insonorizzato da soffocarne alcuno da fuori, però la tipa dice che i Devics hanno cominciato a suonare alle 22.10.. ma sono le 22.40 adesso!!.. e la testa continua a farmi no-no... allora ad un certo punto la tipa della cassa comincia a contare i biglietti venduti dalla mazzetta delle prevendite, - l'amico Sté le legge il labiale dei numeri del conteggio sulle labbra (- a qual pro, c'è ancora oscuro..), e improvvisamente senza dire una parola comincia a staccarne tre: Stefano da gran navigato qual è non cola una goccia di sudore e molla 50 cucuzze, resto 20. Cazzo, entriamo allora! corri! Mi fiondo dentro il locale, e i Devics stanno già suonando If You Cannot See mentre il 90% del pubblico presente chiacchiera per i cazzi propri!! tanti nemmeno guardano il palco! tra i vari commenti sento scazzati 'questi dovrebbero tornare a suonare nei pub', o in cadenza salernitana, scambio di opinione tra due giovanimavecchi gentiluomini 'ma chisti chi ssò? ' e l'altro 'sò cristu 'n croce cheppalle', - io mi fiondo + avanti che posso tra gente a cui non gliene importa nulla dei Devics, ma sulla metà del percorso rimango bloccato da una fitta coltre di gente mentre mi lascio in coda qlc vaffa.. finito il pezzo applaudo, scatto una foto, urlo, applaudo e Sara Lov dice 'prima dell'ultima canzone, voglio ringraziare i ragazzi qui in prima fila, perchè sono stati molto silenziosi, e l'abbiamo apprezzato.. questo è un pezzo molto vecchio, magari qualcuno di Voi quindi non lo conosce', ed è My Beautiful Sinking Ship; - ma come l'ULTIMA CANZONE???? mi viene sale un istinto omicida.. mentre intorno a me gli ALTRI non stanno zitti.. My Beautiful Sinking Ship è molto bella,  Dustin al piano, Sara con una bacchetta a picchiare un tamburo, Ed al contrabbasso suonato con l'archetto, - con Sara verso la fine che canta tramite il famoso megafono giocattolo (commento accanto a me 'mancava solo er megafono').. finisce il pezzo, applauso, qualcuno urla 'BRAVI', io provo a fomentare un bis, ma niente.. allora comincio ad urlare SONO ARRIVATO SOLO DA DIECI MINUTI!!!! BAUSTELLE VI ODIO!! BAUSTELLE DI MERDA! SONO QUI SOLO PER I DEVICS!!! SOLO PER I DEVICS si sente solo me, accorato e sgraziato urlante, e una ragazza e poi un ragazzo aggiungono 'ANCHE NOI SIAMO QUI SOLO PER I DEVICS' ma è troppo tardi, i tecnici del palco stanno smontando tutto.. mia sorella dice 'ho sentito due dire 'che noia, hanno suonato x 50 minuti'..
Pagare 10€ per due canzoni dei Devics, vale un miliardo di volte vedersi gratis e birra inclusa i baustelle. Mi sento parte di una minoranza, voglio il 5 per mille. Dieci minuti dopo siamo nei pressi del banchetto del merchandise, dopo esser passato sardina tra gli interstizi della gente, - toccando sederi di lui's e di lei's ho pareggiato i conti, - ed eccomi per acquistare il nuovo CD: un banchetto per i Devics, due per i baustelle dove sfoggiano book fotografici di quanto sono fighi.. invece poco dopo vedo Dustin e Sara passare dietro le transenne: mi fiondo su Dustin e ci scambio subito due parole, Hi Dustin gli dico che siamo arrivati tardi, a causa del tutto esaurito delle prevendite, e mentre stendo il tappeto rosso e canto in rima gli elogi per la La di Lui, la Loro / ergo la Mia Musica e Quanto Io La Amo questa Musica, esce fuori che purtroppo fare un tour con il Gruppo al completo gli sarebbe costato troppo, per questo sono senza batterista, e che in autunno dovrebbero fare + date, e che sí, ha notato anche Lui che il pubblico era un pò rumoroso e disinteressato.. io gli osservo che è una vergogna che sono Loro il gruppo spalla.. - Dustin è molto gentile e alla mano, lo vorrei abbracciare per come sorride, e tanto è umile, - poi raggiungo Sara, Le dico che ci siamo sentiti già x email qlc volta, Lei dice 'ah sí, mi ricordo, ho capito chi sei', mi stringe la mano amichevolmente, stretta morbida, sorride, ha degli occhi bellissimi azzurri, la sommergiamo tutti di complimenti.. dopo un pò li riacchiappiamo entrambi per 'possiamo fare una veloce foto insieme? o state andando di fretta'? - anche perchè sento fuori il locale un motore acceso (+ tardi scopro che era l'areatore..) Sara risponde che vanno a mangiare  e poi tornano, ma è ok, - io vorrei una foto di noi 3 con Dustin e Sara, in genere non lo faccio, ma visto che abbiamo sentito solo due pezzi live, devo recuperare lo scontento.. beh chiedo a un tizio se può scattarla, e Stefano sta per passargli la fotocamera, poi fa una finta e decide invece di mollargli i nostri bicchieri vuoti della birra, e la scatta lui a noi 4.. io mi abbraccio i due, dita ad uncino, addento il cd nuovo tra i denti, e sorrido come un ebete, e finalmente - per un pò, - il tic del no-no della testa si ferma.. fatta la foto, gli auguriamo buon appetito, buone cose, buona fortuna, e 'thanks again for the Music, it really means a lot for us..'

i baustelle salgono poco dopo sul palco, mentre a me sale l'odio. Il cantante non si fa la barba perchè è fa spocchioso à la moda.. e la mia maledizione cade subito su di loro, perchè per un paio di minuti va via la corrente.. hey, non guardate me, io non ho toccato niente.. uscito dal locale, noto con piacere che una 20ina di persone se ne stanno fuori, lontano dai baustelle..

grazie Sté x le foto.. attendo il filmato..

read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl