PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2021 · 2020 · 2019 · 2018 · {and before that

Yann Tiersen

https://www.inkoma.com/k/1080

live Roma 13/03/2007 @ auditorium, sala Sinopoli, h21.30, 15€/20€.

 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard



ƒ˜–› mp4 video excerpt (8,9mb) ‹–

Yann Tiersen era ieri a suonare all'auditorium di roma, - potevo mancare? No. Ho consumato la Sua discografia, dalla folgorazione unanime di Amélie (con i relativi La Valse des Monstres, etc) passando a Good Bye, Lenin! sino al gioiellino s/t con Shannon Miceli Wright (A PROPOSITO, l'8 maggio esce il nuovo di Lei album LET IN THE LIGHT.. - datemi la mia dose!!!!).. Beh, insomma, no, non potevo mancare. Quindi quando accidentalmente ho saputo della data capitolina, ho fiondato il komasicario Sté a comprare i biglietti, - purtroppo i posti per la platea erano terminati, ma cmq dalla mia prima fila in galleria non si stava male. Tra il pubblico ho intravisto violante placido, e faccio a Sté 'guarda! violante placido!' e lui 'ma chi è?' e io 'lí, capello biondo, sciarpa lunga vicino al tipo con i capelli neri..', ma lui fa punto interrogativo.. poi mi fa 'ahhh ma io cercavo un uomo che assomigliava a michele placido, non una donna'. Vabbè, fine del vip-watching. Una voce dagli altoparlanti fa notare gentilmente che 'causa sciopero dei mezzi, gli artisti arriveranno con mezzora di ritardo, e quindi il concerto avrà inizio alle 21.30'. Qui punto interrogativo lo facciamo tutti: ma come, Yann Tiersen sta venendo col bus? Me lo immagino che si piazza vicino la macchinetta per timbrare il biglietto solo se sale il controllore.. no ok, quello sono io. Cmq, mezz'ora di ritardo. Violante se n'è andata fuori a fumare una siga. Credo. Non importa, tanto nemmeno mi piace come canta. Nè come recita. Insomma, amore platonico. Meglio Shannon. Cmq, prima dell'inizio del concerto, al calar delle luci, la voce ora maschile intona un 'spegnete i cellulare, ed è severamente vietato fare foto o riprese video'. Lí credo anche Viola abbia detto al compagno 'se, come no'. Difatti, le flashate e le spie dei led delle videocamere si sprecavano. Purtroppo il fotografo ufficiale di komakino, Sté, avevo deciso di godersi almeno un concerto in vita Sua, anzichè fare foto, quindi io con la mia 2mega pixel ho fatto giusto qualche miniatura.. chiedo venia. - Lo show: sulla scheda artista dell'auditorium avevo letto che Yann appendeva fisarmonica al chiodo per tornare invece ai Suoi amori di Nick Cave e Joy Division. Io tutta la serata mi sono detto 'maddeche?', cioè, 'ma cosa mai scrivete?'. Di new-wave post-punk, Yann Tiersen & compagnia hanno suonato solo una bella cover franciosa di All We Ever Wanted Was Everything, by Bauhaus. Per il resto hanno sciorinato per il 90% brani dall'ultimo album/dvd On Tour, ok materiale prettamente rock noise rispetto il tiro sinfonico di cui personalmente sono innamorato, ma Joy Division dove? Yann indossa una maglietta col volto di Jesù, saluta con un 'buonasera' e aprono con due pezzi quasi Mogwai/Sonic Youth, - e la maggior parte del set è strumentale, - altrimenti canta lui, in un inglese ambiguo e francese. Solo su un pezzo canta l'altro chitarrista. A parte La valse d'Amélie, L'Absent e il tema di Good Bye, Lenin! il resto mi torna estraneo. Sí: bello, bello, bello, però che sonno! Gli applausi esplodono ogni volta, ma io piano piano temo di dimenticarmi le scarpe lí a fine concerto. Yann si è portato la fisarmonica da Paris solo per 20 secondi di canzone.. (per un attimo il pubblico ha creduto cominciasse la scaletta dei cavalli di battaglia..), suona il violino, lo mette anche in distorsione, - si alterna quattro chitarre, e suona lo xylofono. Poi c'era quell'organo Onde Martenot, curioso strumento dell'onda oscillante, che era troppo sopra i volumi delle chitarre/batteria/basso, - e secondo me rovinava un pò il wall of sound, il cui volume comunque era pure troppo controllato. L'altra cosa che mi ha un pò deluso, era il roadie che continuamente gli prendeva/dava la chitarra, appena finito di suonare correva servile a sistemarla, o saliva su palco per raccogliere da terra la bacchetta usata dall'altro chitarrista come collo di bottiglia.. insomma un pò di attitudine cristo! e mettitela a posto da solo la chitarra! - Il pubblico lo richiama su palco due volte, - e Lui sciorina sempre pezzi nuovi, non vecchi (o almeno non in vecchio stile..). cmq, sí, il concerto è stato bello, per me soporifero ma bello. Mi aspettavo più poesia, più elevazione tragica, ma Yann non era in vena, dopotutto Lui non è solo Amélie.
ps. il video è un cut&paste di clip di 30sec, - spiacente ma la mia fotocamera di + non fa.

read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl