PLEASE NOTE: This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website.
By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies.
Close this one-time pop-up message to accept, or learn more about it: visit https://www.cookiechoices.org/#resources
got cookie, THANK YOU!
Journal RSS journal posts · 2019 · 2018 · 2017 · 2016 · {and before that

Edible Woman

The Scum Album

https://www.inkoma.com/k/1023

(10tx, 37'48" - Psychotica / Bloody Sound / AME rec 'o7)

 | pall youhideme
permanent link copied to clipboard
After about 3 years since excellent label debut Spare Me / Calf (read past review/interview here @ komakino), it's finally time for a new release by Edible Woman, now supported by three italian indies. I guess we can say this is the maturity album, i mean, that step in a Band's life where You paid more attention to song-writing, thanks to a richer production, experience and means (mr. Magistrali knows how to do it), so that You can flow all energies in a channel, and refine former disruptive wildness. That's what seems to me Edible Woman done. First and last track are experimental techno breakbeat takes, two false almost industrial parenthesis to.. Nothing - that is the real first song, of mature and drifting excesses of math-rock bass lines going through sonic spams dear to some Skin Graft rec's Artists. - Btw, When Stars totally holds You from thinking You can already label the next tracks You'll hear, because the piano is the new arsenal here, loaded with visceral fuzzy bass breaths, powerful percussions, as well a good work of synth, often distorted and more similar to guitars on acid than to its hardware. Then Mystic River is the one-way ticket for being acclaimed as a championing Band of anarchistic noise Music, - such it's totally corrosive and explosive (great drumming!). - Absolutely whorty attention. - Music @ myspace/ediblewoman
++++++++++++++++++++++++
Dopo oltre tre anni dal precedente eccellente debutto ufficiale Spare Me / Calf (leggi passata recensione/intervista @ komakino), è finalmente tempo per una nuova uscita degli Edible Woman, qui supportata da ben tre etichette indie nostrane. - Suppongo questo possa essere ritenuto il cosiddetto album della maturità: sapete, no, quel passo nella vita di una Band, dove si è potuta prestare più attenzione ai dettagli delle composizioni, grazie ad una produzione più ricca, magari anche in termini di mezzi ed esperienza (mr. Magistrali sa come farle le registrazioni), cosí che si possano canalizzare meglio tutte le energie e raffinare una precedente dirompenza selvaggia. E questo mi sembra ciò che gli Edible Woman hanno fatto. - Prima ed ultima traccia sono un flato di techno/breakbeat sperimentale, due false parentesi pressappoco industriali per Nothing, che sarebbe la vera prima canzone, di maturi e trascinanti eccessi di line di basso math-rock che sfociano in spasmi sonici cari a Qualche nome del catalogo d'oltreoceano Skin Graft rec. - Cmq, When Stars - la traccia che segue, - Vi blocca subito dal farVi convincere di poter etichettare i restanti 7 titoli, - qui è il piano a fare da arsenale, caricato di respiri fuzzoni di basso, viscerale, percussioni potenti, e un buon lavoro di synth, spesso più simile ad una chitarra in acido che al suo hardware. - Poi Mystic River è il biglietto di sola andata per essere acclamati come Band campione di un noise anarchico, - talmente è totale corrosione ed esplosione (gran lavoro di batteria!). Insomma, assolutamente ad plauso, ancora una volta. - A maggio sono in tour, controllate le date qui su komakino, - per l'audio, andate su myspace/ediblewoman.
read less 
read more 

Feedback:

not yet, probably nobody cares, or nobody cared enough to tell something. Also: nobody reads komakino.

Leave a feedback about this post, or don't.
your sweet name:

your IMPORTANT text:

url:

icon: will be resized 30x30pxl